09Nov/16

JNOS su Raspberry Pi – old radio packet mail BBS

Ciao amici radioamatori,

l’altra notte ho sognato e ricordato i bei tempi andati, quando a Pordenone si sperimentava assieme e si installavano le BBS Packet Radio per gestire le prime ‘mail’ internazionali, utilizzando un circuito radio VHF FM per soli Radioamatori (a 9600 Baud/sec).  Internet e i modem telefonici a 14.400 Bps ancora non esistevano in città….

Oggi, avendo a disposizione nel mio shack ancora diverso vecchio hardware adatto allo scopo, ho desiderato provare a rimettere in piedi una BBS radioamatoriale, sfruttando un mio vecchio Raspberry Pi 2.

Per far funzionare il tutto, ho seguito l’ottimo documento di John J. McDonough, WB8RCR, che potete scaricare a questo link.

jnos_info

L’installazione è stata semplice e veloce, mentre ho perso un po di tempo per le connessioni tra il Raspberry Pi e un’altra applicazione JNOS, realizzata su un vecchio PC del laboratorio, sempre con sistema operativo Linux.

Le due postazioni sono riuscite a collegarsi facilmente tra loro, via audio (ho omesso la parte radio ricetrasmittente, collegando ad hoc tra loro solo i cavi audio IN e OUT).

Seguendo tutte le informazioni che trovate nel documento PDF che ho segnalato prima, otterrete tutte le informazioni necessarie per completare l’installazione della vostra BBS Packet radio.

È un vero peccato non poterla provare ‘dal vero’, connettendola ad un circuito di altre BBS radio ancora esistenti.

Mentre completavo le varie configurazioni, mi sono ritornate in mente le diverse nottate passate insonne davanti al PC  (più di 15 anni fa…) per connettermi alla BBS Packet Radio di Spilimbergo, per scaricare e inviare le diverse mail radioamatoriali….  che bei tempi!!

Ho passato un paio d’ore di allegro divertimento, ricordando dei bellissimi tempi e i vari messaggi scambiati tra SysOp e altri Radioamatori di tutta Europa. Credo che ogni tanto riaccenderò ancora quel vecchio Raspberry per divertirmi ancora un po… per far riaffiorare ancora i miei ricordi di quei bellissimi momenti.

Auguro a tutti voi un buon divertimento con il software libero e con i tanti progetti radioamatoriali,
’73 de Paolo IV3BVK – K1BVK, aka paolettopn

 

09Nov/16

Controllare la velocità della vostra linea portante ADSL

Ciao amici,
in queste settimane mi sono dedicato a risolvere dei problemi su dei router Vodafone (forse si sarà notato dai post precedenti a questo…) e quindi desidero chiudere questa sessione spiegandovi come fare per controllare dal vostro PC l‘effettiva velocità della vostra rete ADSL di casa.

Questo test può essere utilizzato con qualsiasi router ADSL che utilizzano il protocollo di rete UPnP (solitamente tutti i router casalinghi e quelli per piccoli uffici).

Come è già risaputo da molti di noi, Vodafone non permette di visualizzare le statistiche di rete della propria linea sulla Vodafone Station. Per ovviare parzialmente a questo, si può installare un piccolo programma presente in ogni distribuzione Linux, ovvero il pacchetto miniupnpc, dal proprio gestore dei pacchetti oppure scaricarlo da questo sito http://miniupnp.tuxfamily.org/files/ o installandolo da terminale con il comando:

sudo apt install miniupnpc

Successivamente, eseguendo il comando da terminale:

upnpc -s

Il risultato che visualizzerete a schermo, sarà simile a questo:
(risultato ottenuto da controllo effettuato sul router di amici, posizionato in zona con bassa velocità di banda ADSL)

upnpc : miniupnpc library test client. (c) 2006-2011 Thomas Bernard
Go to http://miniupnp.free.fr/ or http://miniupnp.tuxfamily.org/ for more information.
List of UPNP devices found on the network :
 desc: http://192.168.5.1:2555/upnp/b672b2500-2238-1745-a7ba-5af7d9a2204a/desc.xml
 st: urn:schemas-upnp-org:device:InternetGatewayDevice:1

 desc: http://192.168.1.1:2555/upnp/b672b2500-2238-1745-a7ba-5af7d9a2204a/desc.xml
 st: urn:schemas-upnp-org:device:InternetGatewayDevice:1

Found valid IGD : http://192.168.5.1:2555/upnp/cda18cac-1b03-567a-9ce5-98d2ddb78be8/WANPPPConn1.ctl
Local LAN ip address : 192.168.1.6
Connection Type : IP_Routed
Status : Connected, uptime=45657s, LastConnectionError : ERROR_NONE
  Time started : Sun Nov  1 09:42:50 2016
MaxBitRateDown : 3499000 bps (3.4 Mbps)   MaxBitRateUp 638000 bps (638 Kbps)
ExternalIPAddress = 188.218.224.132
Bytes:   Sent: 24324933    Recv: 163441324
Packets: Sent:   137084    Recv:   165491

Come potrete notare, ci sono molti dati che posso aiutarci a capire diverse cose, ma quelli che a noi interessano di più sono:

MaxBitRateDown : 3499000 bps (3.4 Mbps)    e     MaxBitRateUp 638000 bps (638 Kbps)

Riassumendo: quel router ADSL naviga in rete a una velocità massima di 3,4 MB  per secondo (download) e invia dati in rete con un massimo di 638 Kb per secondo (upload).  Questa è la possibilità che gli viene ‘concessa’ dalla linea e dai sistemi a cui è connesso, il router potrebbe navigare anche molto più velocemente.

Sapendo che la linea fisica in questione è realizzata ancora con del vecchio filo di rame (linea Telecom..) e che la casa è molto distante dalla centrale telefonica, il servizio che viene dato a quel cliente Vodafone potrebbe essere migliore, ma così non è.

Sperando di esservi stato di aiuto, in modo da poter comprendere cosa realmente accade nei vostri router e che cosa invece vi ‘raccontano‘ i vari helpdesk dei fornitori telefonici al telefono, vi auguro una buona navigazione in rete.  Almeno adesso potrete controbattere con dei dati reali alla mano…

Buon proseguimento e divertimento sulle reti dei provider italiani,
PG