In attesa che arrivi anche da me l’agognata fibra ottica o il collegamento VDSL / FFTC di mamma TIM, sto facendo diversi esperimenti con la VSR e anche attorno ad essa (quella rappresentata qui a fianco è una delle sue sorelle…).

Giorni scorsi sono venuto a sapere, tramite una telefonata di un amico, che molte delle modifiche possibili che si potevano attuare su questo modem router ADSL commerciale ora non sono più attuabili, in quanto il provider ha aggiornato notte tempo i suoi firmware.
Ad oggi la VSR controlla il contenuto delle variabili presenti nel file di configurazione che gli inviate, prima di procedere all’aggiornamento del software interno. In caso di modifica di alcune variabili che a loro non aggrada, viene segnalato un errore di codice e l’aggiornamento della configurazione viene scartato.  Per questo motivo anche la modifica e personalizzazione dei vari SSID WiFi ora non è più possibile.

L’argomento di questo post è un altro, ovvero come far diventare la vostra VSR un umile modem ADSL e VOIP (per chi ci ha connesso dietro il telefono di casa).

Si, anch’io ho scelto di praticare questa strada, oramai stanco di dover combattere con i loro DNS e altri problemi di connessione e sicurezza interna che avvengono nella mia rete di casa. Qualcosa l’ho già scritto in precedenza nelle pagine di questo blog…

Dopo numerose prove e vicissitudini vissute in casa nostra, sono arrivato a considerare che l’oggetto in questione è inadatto a qualunque tipo di servizio che va dalla gestione complessa del servizio WiFi, al gaming, allo streaming TV, nonché alla navigazione intensiva di più client attivi nella rete interna.

SOLUZIONE?  BYPASSARE LA STATION REVOLUTION UTILIZZANDO UN ROUTER SERIO

Nel mio caso utilizzo un semplice router WiFi Linksys WRT54GL, al quale ho installato un firmware open source; questo mi permette di configurare minuziosamente tutto ciò che mi serve, compreso i SSID e la sicurezza del servizio WiFi di casa, il NAT, e altri servizi di rete.

Potete mantenere il firmware originale oppure pensare di caricare un firmware alternativo Open Source, scegliendo dal sito di OpenWrt, o dal sito di dd-wrt.com. La scelta dipende da quanto approfonditamente desiderate configurare il vostro router.

Per configurare la VSR come solo modem e impostare gli altri parametri di configurazione per connettere il router, seguite le informazioni descritte nel post di Your GAP – Vodafone Station Revolution ovvero InVolution, come non utilizzarla.

Per dare un’idea del lavoro ai lettori meno esperti, eccovi alcune semplici spiegazioni:

La VSR resterà sempre connessa alla linea ADSL, effettuando però il solo servizio di modem dati e telefonico.

La mia scelta degli IP (in famiglia 10.x.x.x.) è differente da quella indicata nell’immagine affianco, in quanto NON voglio che Vodafone vada a mettere il naso sui dispositivi connessi alla rete interna della VSR, dopo il NAT applicato sul loro apparato.

Alla VSR verrà disabilitato completamente anche il servizio WiFi, che verrà servito e mantenuto dal mio router Linksys collegato in cascata via ethernet, con opportune configurazioni sia del firewall che di password di sicurezza personalizzate.
Anche le connessioni a NAS, VPN, stampanti di rete, servizio WiFi (WiFi Ospiti, WiFi apparati, WiFi casalingo, ecc.) verranno gestite esclusivamente dal router interno, connesso in cascata alla VSR.

Per buona regola di sicurezza interna, consiglio di scegliere una o più famiglie di indirizzi di rete personalizzate anche per la rete interna di casa, al posto della famiglia standard IP 192.168.x.x .

Buon divertimento e buona lettura.

20 commenti su “Come scavalcare la Vodafone Station Revolution e usarla solo come modem

  1. Ho lo stesso problema, ma vorrei utilizzare un ASUS DSL-N66U. Dove trovo il resto del tuo post? Si interrompe a… buona lettura :-(. Grazie.

    1. Buongiorno Paolo,
      sinceramente non ho mai ‘avuto per le mani’ un modem di questo tipo e quindi non ho la possibilità di darti una risposta certa.
      Credo comunque che sia possibile effettuare lo stesso procedimento utilizzato per la precedente VSR… facendo in modo che la VodPwStation funga da solo modem ADSL.
      Se fai delle prove, magari tienimi aggiornato. Qualche consiglio posso comunque darlo…
      A presto rileggerti,
      Paolo

  2. Ciao, per caso sarebbe possibile usare la vodafone station con una chiavetta 4G con sim di altro operatore( iliad o ho.) grazie

    1. Buongiorno Fabio,
      è passato quasi un anno da quando non uso più la VSR di Vodafone, ma dai miei test effettuati in precedenza con un a chiavetta H3G (Tre) la connessione non era possibile, in quanto il firmware del modem è stato configurato in modo da poter ‘dialogare’ solo con i dispositivi dello stesso brand.
      Ad oggi non so se qualcuno ci sia riuscito, prova a fare una ricerca dettagliata in rete, anche se non credo che la Vodafone ‘apra le braccia’ agli altri ISP o brand di rete.
      Nel caso tu riesca nell’intento, ti chiedo se poi riuscirai a scriverlo qui sul blog o a contattarmi via mail.
      Buon lavoro, a presto rileggerti.
      Paoletto

  3. Sono possessore di una vodafone power station sulla quale non è possibile inserire server vpn,posso collegarci un modem a cascata?grazie

      1. Grazie era a titolo informativo visto che credo che su vodafone power station non sia possibile installare server Vpn nemmeno con modem a cascata

  4. Ti risultano problemi a livello firewall o dns per l’utilizzo dell’on demand del decorder Sky Q. Nel caso hai una soluzione? Ho linea FTTC con VSR.

    Grazie

    1. Ciao Luca,
      non ho mai installato da me o da altre persone quel tipo di dispositivi e quindi non conosco l’esatta procedura di installazione / configurazione.
      Essendo dispositivi Home Family non dovrebbe essere necessario dover metter mano alla configurazione interna del router, ma non ne sono sicuro. Ovvio che risulta buona cosa leggere le istruzioni di uso e installazione….

      Da quanto leggo in rete:
      https://websetnet.net/it/fix-sky-connectivity-problems/?q=%2Fit%2Ffix-sky-connectivity-problems%2F
      è evidente che il dispositivo Sky lavora sul WiFi a 5GHz e usa quello a 2.4 per il backup eventuale… Ovviamente poi dipende dalla banda ADSL+ che hai a disposizione per il download necessario.

      Non sempre si hanno ottimi rapporti di Down/Upload con le VSR, soprattutto se si è lontani dall’armadio di distribuzione centralizzato.

      Se usi linux, puoi installare e usare da terminale il programma upnpc, con questo comando: upnpc-s
      Il programma ti fornirà tutti i dati di collegamento e velocità tra la tua VSR e l’armadio del concentratore della Fibra.
      Per Win esistono programmi similari, ma non li conosco…

      Fammi sapere come va a finire, buona serata

  5. Io ho la VS Revolution in configurazione FTTH
    Alla porta WAN della VS è attualmente attaccato un GPON Huawei che converte il segnale fibra in eth.
    E’ possibile secondo voi sostituire la VS con un router eth (es. EdgeRouter X) e usarla solo per il VoIP dietro il nuovo router (nella rete interna) e non davanti (abilitando DMZ o il NAT statico)?
    Grazie.

    1. Buongiorno Lubbo,
      la tua configurazione è un pò particolare; io personalmente l’avevo usata in cascata con dietro un normale router per gestire WiFi e LAN interna. Non ho la possibilità di poterti aiutare, anche perché non ho più una VSR su cui fare dei test. Credo comunque che in rete troverai qualche post di aiuto…
      A presto rileggerti su questo blog, buone prove.

  6. Ciao Paolo,
    ho letto il tuo articolo arrivando da una ricerca per impostare la VPN di NordVPN sulla Vodafone Station. Vorrei navigare in modo sicuro e protetto su tutti i dispositivi sotto la VSR senza dover configurare la VPN su ogni dispositivo.
    È un’operazione possibile? Ho cercato molto in giro ma non ho trovato granché.

    Grazie.

    1. Ciao Vincenzo, la VPN ovviamente ti serve da fuori casa al router, poi per raggiungere i vari client interni connessi alla VSR devi aver ben configurato il suo port forwarding.

      Per quanto riguarda NordVPN non l’ho mai utilizzato e quindi non so darti informazioni di dettaglio…

      Per farti comunque un’idea, dai un’occhiata anche qui: https://www.natted.it/2017/11/configurare-passo-passo-un-server-vpn-vodafone-station-revolution/

      A presto rileggerti, buona giornata

      Paolo

      1. Ciao Paolo,
        grazie per la risposta. Probabilmente mi sono espresso male, provo a riformulare: vorrei connettermi alla VPN aziendale configurando direttamente la VSR in modo tale da poter navigare nella VPN aziendale usando i dispositivi all’interno della rete domestica senza configurare un client per ogni macchina.
        Ho diversi pc a casa che uso per diversi scopi (testing su diversi sistemi operativi, diversi browser, ecc…) e lo devo fare sotto una connessione VPN per permettermi di lavorare come se fossi in ufficio.
        Spero di aver chiarito la mia richiesta.

        Vincenzo.

        1. Ciao Vincenzo,
          ora ho capito che cosa intendevi nel post precedente, grazie ai tuoi dettagli. Purtroppo non sono in grado di poterti dare una mano, in quanto da dicembre scorso sono nuovamente passato a TIM e quindi non ho fisicamente una VSR su cui fare prove e vedere la configurazione interna. A livello aziendale so che è possibile ma non so se all’utente provato viene lasciata questa possibilità dal gestore.
          Prova a cercare in rete se qualcuno ha già trovato il modo oppure sarai costretto a configurare singolarmente la VPN sui vari client che desideri collegare con l’azienda.

          Io proverei a vedere se questa soluzione: http://www.giampaolo-sciutto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=99:articolo-configurazione-di-una-vpn-con-la-vodafone-station-revolution-senza-ip-pubblico&catid=9&Itemid=232&lang=en
          può andare bene per realizzare quanto desideri fare.
          A presto rileggerti, buon weekend.

          Paolo

Rispondi a Fabio Annulla risposta