pixabay.com ‘donna-macchina-fotografica-mano’

Durante il poco tempo libero rimasto durante le ultime serate invernali, mi sono divertito a confrontare le mie varie attrezzature fotografiche, prestando attenzione tra le differenze degli scatti ottenuti con le fotocamere (professionali e non…), una fotocamera compatta, e il mio ultimo smartphone tecnologico.
Ho preso come riferimento le due fotocamere Canon 600D e 7D, la compatta Nikon coolpix S3100 e il mio smartphone Oneplus 2.

 

Recensione

Elenco delle diverse caratteristiche delle fotocamere:

  • le due fotocamere Canon hanno diverse ottiche intercambiabili con un’apertura minima di f/ 2 e lo stabilizzatore di immagine sull’ottica; ambedue hanno installato un sensore da 18Mpx;
  • la piccola fotocamera compatta Nikon ha un sensore da 13 Mpx (formato max 4320 x 3240pixel), un’ottica fissa (zoom ottico 5x NIKKOR; lunghezza focale: 4,6-23 mm (formato 35mm [135] equivalente a circa 26-130 mm); apertura: f/3.2 – 6.5), con stabilizzatore d’immagine digitale;
  • lo smartphone Oneplus 2 ha un sensore da 13Mpx (formato max 4128 x 3096 pixel), un’ottica fissa composta da sei lenti (non viene specificato lo zoom digitale disponibile) e ha un apertura f/ 2 (ottica molto luminosa),  compresa di stabilizzazione ottica dell’immagine digitale.

Ovviamente le caratteristiche dei diversi sensori e formati fanno un’iniziale differenza tra le varie fotocamere, ma sono rimasto stupito dalle possibilità offerte dal menu della fotocamera del mio smartphone e dai risultati ottenuti in diversi scatti.

Infatti, a partire dalla versione One dello smartphone OnePlus, il menu della fotocamera ha la possibilità di configurare lo scatto delle foto in modalità Normal, HDR (con un minimo di tre scatti per volta…) o HQ (configurazione da utilizzare solo per gli scatti notturni o con scarsa luminosità, in quanto questa opzione rimuove il ‘rumore‘ nelle foto scure), e salvarli direttamente in formato RAW (opzionale).

Risulta ovvio che l’inquadratura e la composizione fotografica possano essere molto diverse utilizzando ambedue le due fotocamere Canon oppure lo smartphone, ma il risultato fotografico ottenuto scattando con lo smartphone mi ha meravigliato ed è risultato davvero notevole in diverse situazioni.

Scatto effettuato con f.2 1/30′ – dal sito di Oneplus.net

 

Considerazioni

smartphone OnePlus 2

Notando quanto sia straordinaria questa fotocamera utilizzata per foto in diversi ambienti (interni, esterni, ritratti..), effettuerò altre prove per vedere quale sia il massimo risultato ottenibile. Purtroppo questa fotocamera non permette di scattare in macro fotografia.

Scattare direttamente in modalità .raw con lo smartphone è un grande vantaggio per la qualità del file, però perdiamo quella immediatezza dello scatto eseguito utilizzando il formato .jpg, in quanto le dimensioni del file da salvare all’interno della memoria dello smartphone aumentano in modo considerevole.
Il sistema di autofocus laser di OnePlus 2 consente di ottenere, senza alcun tocco, una messa fuoco precisa in meno di 2 decimi di secondo. Quando ci si prepara a scattare una foto, i laser scansionano automaticamente l’inquadratura, riuscendo a trovare velocemente il punto di messa a fuoco ideale. 
Il sistema avanzato di stabilizzazione ottica dell’immagine corregge automaticamente vibrazioni e urti indesiderati, producendo volta dopa volta immagini straordinariamente nitide e video eccezionalmente fluidi. Per passare meno tempo a cercare di star fermi e di più a cogliere soggetti interessanti.

Il software della fotocamera permette di ottenere degli scatti eccezionali anche in altri ambienti e con luci diverse. Per vedere la diversità degli scatti possibili con questo smartphone, vi invito a visitare la pagina dedicata del loro sito.
L’applicazione fotocamera di OnePlus 2 è semplice da usare, ma anche ricca di potenti funzioni, che consentono delle impostazioni accurate e la cattura di fantastici video in formato 4K, video al rallentatore, time-lapse ed altro ancora. Attraverso il menu principale è anche possibile escludere l’intervento automatico del flash interno.

 

Impostazione del menu principale della fotocamera Oneplus 2

Il menu permette di impostare la fotocamera posteriore per produrre i seguenti formati fotografici:

  • Time-lapse (realizzazione di filmati in T/L in formato 720P/1080P)
  • Slow motion (realizzazione di filmati in S/M in formato 720P)
  • Foto (default)
  • Video (realizzazione di filmati in T/L in formato 720P/1080P/ 4K)
  • Manuale  (impostazioni personalizzate, per il funzionamento in manuale)
  • Panorama (realizzazione di foto panoramiche, spostando orizzontalmente la fotocamera)

Impostazioni manuali

L’ impostazione della modalità di scatto ‘manuale’, permette di configurare i seguenti valori per le varie esigenze del momento:

  • ISO: impostazione a step standard da 100 a 6400 ISO
  • Bilanciamento del bianco: tra i valori Auto, Nuvoloso, Luce sera, Fluorescente, Incandescente;
  • Tempi di scatto: Auto, e con valore continuo tra 30sec e 1/8000sec;
  • Apertura diaframmi: Auto, e con valore continuo (lineare) tra la minima e la massima profondità di campo; 

Tralascio le altre modalità di acquisizione che ho elencato, in quanto non riguardano il contenuto di questo articolo.

 

Le mie conclusioni

Ovviamente continuerò a preferire sempre le due fotocamere Canon e i vari obiettivi per la realizzazione dei miei scatti, ma in caso di emergenza (senza le fotocamere Canon al seguito…), so di avere un’altra valida alternativa per ‘portare a casa’ uno scatto sufficientemente buono per essere lavorato.

Buona luce a tutti

Lasciate un vostro commento a questo post