Radio DMR Tytera MD 380

Sono passato ad utilizzare abitualmente questo sistema digitale di trasmissione solo dall’inizio di quest’anno, ma durante i vari QSO mi sono accorto che ci sono ancora diversi Radioamatori che utilizzano questo sistema senza conoscerne completamente il suo funzionamento o sapere a che sistema sono connessi (ripetitori, sistemi multiprotocollo, Regioni d’Italia, ecc.).

Questo sistema di comunicazione è molto potente e permette, se utilizzato nel modo corretto, di collegare i Radioamatori in ogni parte del mondo. 
Da qualche tempo, attraverso i sistemi di comunicazione multi-protocollo (che interconnettono tra loro i diversi sistemi di comunicazione DMR, D-STAR, C4FM), è praticamente possibile riuscire a dialogare con tutti i Radioamatori del mondo, stando seduti in macchina o anche utilizzando comodamente il proprio ricetrasmettitore portatile rimanendo seduti sul proprio divano di casa attraverso l’utilizzo di un semplice e comodo HotSpot (un sistema  poco costoso, che ho già descritto in questo blog).

Per avvicinarsi a questo protocollo di comunicazione e iniziare a conoscere al meglio il suo utilizzo, vi consiglio di leggere il seguente articolo, scritto dal Gruppo Radio Firenze.  In questo articolo troverete spiegato sia l’uso corretto dei vari Talk Groups (TG) che il modo di utilizzo dei ponti radioamatoriali digitali.

Il protocollo DMR nella rete Brandmeister. Timeslot, Talkgroup & C.

e questo articolo:

Multiprotocollo ITALIA, DStar assieme a DMR e C4FM

 

Desiderando capire meglio l’uso corretto dei vari TG, in questo altro articolo (in lingua inglese), troverete una spiegazione molto ampia sui Talk Group (TG), sul loro utilizzo e soprattutto con chi vi metteranno in comunicazione. 

Se avete ancora dei dubbi o desiderate porre delle domande, vi invito ad iscrivervi al gruppo Telegram DiT (Digitali in Toscana), dove, oltre a me, molti altri radioamatori italiani potranno aiutarvi e consigliarvi.

Paolo – IV3BVK

Lasciate un vostro commento a questo post