Da buon Radioamatore ho effettuato diverso tempo fa (erano gli anni ’90…) sia la sperimentazione che poi anche la costruzione dei modem AFSK e l’uso della trasmissione Packet a 1200 e 9600 baud, per collegare e gestire le varie BBS radioamatoriali nazionali ed estere, in banda radio VHF.

Da qualche tempo ho desiderato provare a decodificare la telemetria in arrivo dei vari satelliti ad orbita bassa che transitano ogni giorno sopra alle nostre teste, dalla Stazione Spaziale ISS,  oltre alla telemetria del oramai famoso satellite geostazionario Es’hail-2, conosciuto anche con la sigla di QO-100 o Oscar 100.  La telemetria di questo satellite viene ricevuta attraverso una parabola satellitare, ma si può prelevare il segnale audio sui vari siti delle web station attive presenti in rete, come la https://eshail.batc.org.uk/nb/.

Qatar-OSCAR 100 Narrowband WebSDR

Sebbene la mia sperimentazione iniziale sia stata un po’ diversa da quella che leggerete nell’articolo che desidero proporvi, questo è un ottimo modo per iniziare ad ascoltare e a decodificare la telemetria satellitare.

Io inizialmente ho utilizzato dei ricevitori VHF radioamatoriali con dei decoder autocostruiti, mentre in questo articolo vi spiegherò come poter gestire il tutto solamente con l’uso del vostro PC. Da diverso tempo anch’io sono passato a questo tipo di decodifica, più veloce e preciso e meno ingombrante da portare con se.

Per ascoltare i vari satelliti utilizzo un PC con un sistema operativo Linux, una chiavetta RTL-SDR e una buona antenna VHF/UHF (anche verticale…).  Tutto il software è gratuito e di facile installazione.
Ora l’audio diretto del satellite QO.100 viene preso dall’uscita della mia scheda audio, tramite l’uso di appositi software e mixer audio digitali (Jack).
JACK è un server audio professionale per linux, che permette di gestire e coordinare gli ingressi e le uscite di applicazioni audio. Supporta i driver ALSA e OSS e può essere utilizzato da riga di comando o per via grafica con il programma Qjackctl.

Su questo blog trovate i miei precedenti articoli con le spiegazioni per effettuare l’installazione della chiavetta RTL SDR e l’installazione del software Gqrx, per l’ascolto delle bande radioamatoriali.

Vi invito quindi a leggere l’articolo di Jan v Gils, PE0SAT, che trovate sul suo sito omonimo. L’installazione è completa di spiegazioni e dettagli tecnici.

I software GQRX e GPredict sono stati scritti e prodotti da Alexandru Csete OZ9AEC. Direwolf è stato scritto da John Langner WB2OSZ. L’applicazione Baudline è stata sviluppata ed ingegnerizzata da SigBlips DSP.

Un altro modo per decodificare il testo della telemetria, è utilizzare il software gratuito AO-40Rcv che potete scaricare da questo sito.

Rimango a Vs disposizione per chiarimenti e informazioni.

’73 de Paolo IV3BVK

2 commenti su “Decodificare la telemetria satellitare con Linux e una chiavetta RTL-SDR

    1. Ciao Michele,

      per rispondere alla tua dmanda dovrei scrivere per ore… 🙂

      Faccio prima ad elencarti un paio di siti di radiamatori che hanno trattato l’argomento e da cui puoi iniziare a capire di cosa si tratta…

      La presentazione sulla Telemetria, che trovi sul sito di AMSAT Italia: http://www.amsat.it/telemetria_stratosfera.pdf

      L’articolo di Ivo I6IBE: http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/funcube1/funcube1.htm

      Gli articoli sul sito di IQ0LT: http://www.iq0lt.net/utenti/i0466lt/index.php?controller=post&action=view&id_post=25

      Ma se cerchi su Google “telemetria satellitare” troverai moltissimi altri siti in lingua italiana e inglese che potranno soddisfare la tua curiosità.

      Restando a disposizione per altre informazioni sull’argomento, ti auguro un buon fine settimana.

      Paolo IV3BVK (K1BVK)

Lasciate un vostro commento a questo post