Nuovo anno e nuove disposizioni per sostenere l’esame per ottenere la patente di radioamatore.

Vi informo che nella Gazzetta Ufficiale n. 70 del 22 marzo 2021 è stato pubblicato il decreto 1° marzo 2021 recante il nuovo regolamento (allegato n. 26 al Codice delle comunicazioni) di disciplina dell’attività radioamatoriale che introduce rilevanti novità per i radioamatori nonché la revisione della modulistica utilizzata dall’utenza e delle certificazioni rilasciate dagli Ispettorati territoriali del Ministero.

Il documento è scaricabile in questa pagina del sito del MISE.

 

SESSIONE ESAMI OPERATORE STAZIONE DI RADIOAMATORE ANNO 2021
Come indicato dall’art. 4 comma 2 del decreto 1 marzo 2021 pubblicato su G.U. n. 70 del 22/03/2021, si avvisa l’utenza che per l’anno 2021 questo Ispettorato effettuerà una unica sessione di esami che verrà espletata con modalità a distanza (videoconferenza).

Al riguardo si comunica che la scadenza di presentazione delle domande per l’ammissione all’esame di operatore di stazione di radioamatore è il 30 SETTEMBRE 2021.

S’informa inoltre che gli esami saranno espletati in data 11 NOVEMBRE 2021.

Ogni candidato riceverà, con congruo anticipo, esclusivamente via mail, la lettera di convocazione all’esame contenente la data e il link a cui collegarsi. Si ricorda infine come stabilito all’art. 5 del decreto di cui sopra, che gli aspiranti al conseguimento della patente di operatore in possesso di titolo di abilitazione o titolo di studio elencati nell’articolo sopra citato, per comprovata conoscenza sono esonerati dalle prove relativamente al programma indicato nella lettera A (questioni di natura tecnica); pertanto dovranno sostenere solo le prove relative al programma individuato nella lettera B (regole e procedure d’esercizio nazionali ed internazionali) e nella lettera C (Regolamentazione nazionale e internazionale dei servizi di radioamatore e di radioamatore via satellite). (vedi sub allegato D – art. 3 comma 1 allegato 26).

Il documento integrale, può essere scaricato da questo link del sito dell’Ispettorato MISE del Friuli Venezia Giulia.

Auguro a tutti i futuri radioamatori buon studio e un in bocca al lupo per l’esame on-line.

Paolo IV3BVK (K1BVK)

14 opinioni su “Esame per il conseguimento della patente di Radioamatore

  1. Ciao a tutti, sapete come sono composte le domande per coloro i quali avranno l’esonero parziale dalla prova di esame degli argomenti indicati nella parte A del programma? (quante, di che tipo, e a quante bisognerà rispondere)

    grazie!

    1. Buonasera Lara,
      rispondendo alle tue richieste, ti informo che le domande estratte dalle buste NON vengono più somministrate con modulo scritto a quiz, ma ora vengono affrontate con l’esposizione verbale davanti alla commissione, quindi è previsto un colloquio telematico diretto.
      L’esaminato non sceglie le domande, ma semplicemente risponde di volta in volta a quelle chieste dalla commissione esaminatrice. L’esatta procedura è quella descritta del Decreto direttoriale del MISE, per l’esame di radioamatore.
      Esso, al suo interno specifica che:
      La prova orale consiste in un colloquio telematico individuale teso ad accertare la preparazione del candidato in elettronica e radiotecnica, e la conoscenza delle leggi e dei regolamenti in materia di radiocomunicazioni.
      Per lo svolgimento della prova d’esame, la commissione esaminatrice predispone tre buste in ciascuna delle quali sono inseriti cinque quesiti inerenti gli argomenti indicati nella parte prima del programma d’esame di cui al sub allegato D dell’allegato 26 al Codice delle comunicazioni elettroniche, di cui tre riferiti agli ambiti tecnici di cui al comma 3. Ciascun candidato sceglie una delle tre buste i cui quesiti sono allo stesso somministrati per l’accertamento della relativa preparazione.

      L’esame s’intende superato ove il candidato risponda correttamente a tre quesiti, purché almeno due di ambito tecnico e uno relativo alla regolamentazione. La commissione
      esaminatrice, accertata la corretta risposta ai predetti tre quesiti, dichiara concluso positivamente l’esame esentando il candidato dalla somministrazione degli ventuali quesiti residui. Analogamente, la commissione dichiara concluso negativamente l’esame non appena accerta che, tenuto conto delle risposte fornite e dei quesiti ancora da somministrare, il candidato non sia in grado di raggiungere il coefficiente minimo di risposte corrette necessario al superamento dell’esame.

      Questo documento integrale è scaricabile sia da questo blog (1), che dal sito del MISE.

      Per quanto riguarda l’esonero parziale dalla prova d’esame, ti consiglio di contattare direttamente il Compartimento MISE della tua Regione, per ottenere una risposta precisa a questa richiesta.
      Per farti già un’idea sul tipo di esonero previsto, leggi quanto descritto nella pagina del sito di A.R.I. nazionale (2).

      L’esame orale non è difficile da sostenere; è sufficiente aver studiato gli argomenti presenti nel testo “Radiotecnica per Radioamatori” (edizione verde).
      La commissione del MISE FVG, nella scorsa edizione, ha posto delle domandi di facile esposizione; quindi se si è studiato, l’esame lo si supera facilmente.

      Facendoti i migliori auguri per il prossimo esame, ti auguro una buona domenica.

      ’73 de Paolo IV3BVK

      (1) https://www.paolettopn.it/download/136/
      (2) http://ari.it/comesidiventaradioamatore/6698-gli-esoneri-parziali-per-la-nostra-patente.html

      1. Grazie per la risposta! Ho contattato preventivamente il MISE per capire se avessi diritto all’esonero, cosa che poi mi è stata confermata. Pertanto non dovrò rispondere alle domande di carattere tecnico. Sarebbe interessante per me capire se quindi avrò la stessa busta cui dovrò rispondere a solo due domande oppure avrò una busta “per esentati” con 5 domande.

        Mi confermi comunque che, anche per la parte regolamentazione, è sufficiente il libro verde?

        Grazie ancora!!

        1. Buon pomeriggio Lara,
          sono contento di esserti stato d’aiuto riguardo alla tua precedente richiesta.

          Per quanto riguarda gli argomenti di regolamentazione descritti nel libro verde “radiotecnica per radioamatori”, aiutano sicuramente a capire e a conoscere le varie disposizioni previste per noi Radioamatori, ma bisogna capire se l’edizione che tu hai è aggiornata rispetto agli argomenti previsti nel nuovo Decreto.

          Per rispondere a questa tua nuova domanda, ti informo che il programma di esame è riportato nell’allegato 26, sub allegato D, del Codice, che puoi scaricare da qui (1).

          Per il tuo esonero parziale, è comunque prevista e comprovata la conoscenza degli argomenti indicati nella parte A del programma di esame di cui al sub allegato D per gli aspiranti al conseguimento della patente, come troverai scritto nell’art. 5 del documento.

          All’esame in videoconferenza sarà la commissione a scegliere le domande da porti verbalmente, lasciandoti ampio margine di risposta.

          All’interno del documento, troverai descritti anche tutti gli argomenti tecnici che posso richiedere all’esame. Dedica più attenzione a tutto ciò che a a che fare con la stazione di radioamatore (licenze, autorizzazioni, reciprocità CEPT, il codice Q, l’alfabeto ICAO, le potenze utilizzabili, il quaderno di stazione, ecc.).

          Sperando di esserti stato ancora d’aiuto, a questo punto non mi resta che augurarti buon studio e buon esame. Tienimi aggiornato sui tuoi risultati.

          ’73 de Paolo IV3BVK

          (1) https://www.paolettopn.it/listing/GU_70_22-03-2021_RID_OM.pdf

  2. Buongiorno Paolo visto che conosci chi ha già sostenuto l’esame , è possibile sapere se le 5 domande estratte da una delle 3 buste sono tipo quelle delle scorse sessioni del tipo che ti fanno la domanda con 4 risposte e tu scegli quella esatta ? sarebbe intertessante sapere come è avvenuto grazie io sono un candidato ad esame il 23 /11 Lombardia mho chiesto al MISE con pec non mi hanno risposto !!

    1. Buongiorno Riki,
      rispondendo alle tue domande, ti informo che le domande estratte dalle buste NON sono a quiz, ma a esposizione verbale, quindi di colloquio diretto.
      L’esaminato non sceglie le domande, ma semplicemente risponde di colta in volta a quelle chieste dall’esaminatore.
      La procedura è quella descritta del Decreto direttoriale del MISE, per l’esame di radioamatore.
      Esso, al suo interno specifica che:
      La prova orale consiste in un colloquio telematico individuale teso ad accertare la preparazione del candidato in elettronica e radiotecnica, e la conoscenza delle leggi e dei regolamenti in materia di radiocomunicazioni.
      Per lo svolgimento della prova d’esame, la commissione esaminatrice predispone tre buste in ciascuna delle quali sono inseriti cinque quesiti inerenti gli argomenti indicati nella parte prima del programma d’esame di cui al sub allegato D dell’allegato 26 al Codice delle comunicazioni elettroniche, di cui tre riferiti agli ambiti tecnici di cui al comma 3. Ciascun candidato sceglie una delle tre buste i cui quesiti sono allo stesso somministrati per l’accertamento della relativa preparazione.

      L’esame s’intende superato ove il candidato risponda correttamente a tre quesiti, purché almeno due di ambito tecnico e uno relativo alla regolamentazione. La commissione
      esaminatrice, accertata la corretta risposta ai predetti tre quesiti, dichiara concluso positivamente l’esame esentando il candidato dalla somministrazione degli ventuali quesiti residui. Analogamente, la commissione dichiara concluso negativamente l’esame non appena accerta che, tenuto conto delle risposte fornite e dei quesiti ancora da somministrare, il candidato non sia in grado di raggiungere il coefficiente minimo di risposte corrette necessario al superamento dell’esame.

      Questo documento integrale è scaricabile sia da questo mio blog (1), che dal sito nazionale del MISE.

      L’esame orale non è difficile, basta aver studiato gli argomenti presenti nel testo “Radiotecnica per Radioamatori” (edizione verde). La commissione del FVG ha posto delle domandi di facile esposizione, quindi se si è studiato l’esame si passa facilmente.

      Facendoti i migliori auguri per il tuo prossimo esame, ti auguro una buona domenica.

      ’73 de Paolo IV3BVK

      (1) https://www.aripordenone.it/?dl_name=decreto_direttoriale_esame_radioamatori_.pdf

      1. Grazie Paolo sapevo gia tutto del decreto avevo solo il dubbio di come poteva ssere il colloquio in diretta , grazie a sto punto vada come vada io ci sto provando da tempo e solo ora ho mandato i documenti credimi è dal 1981 che vorrei farlo poi ho abbandonato tutto ed ora da circa 1 anno e mezzo ho ripreso , ma essendo uno ansioso ed emotivo avrei preferito i quiz grazie della risposta mi trovi qui http://riccardo-cazzola.blogspot.com/ ciao spero di trovarti in hf sempre se lo supero

  3. Cari amici OM di Pordenone,
    sono Angelo I7TAZ di Bari.
    Nel ringraziarvi di aver prontamente riportato la notizia del nuovo svolgimento degli esami, devo far rilevare che purtroppo il decreto dirigenziale è alquanto lacunoso ( ricordando comunque che il Decreto del Ministro non obbligava ad effettuare l’esame esclusivamente orale).
    Come esempio citerò il fatto che la Commissione Esaminatrice si dovrebbe riunire in videoconferenza: ma per la preparazione delle 3 buste per ogni candidato, che devono essere sigillate con le firme dei componenti della Commissione, così come per le firme dei verbali, come era prescritto in precedenza dall.3 -Esami- art. 26 Dlgs 259/2003-Codice delle Comunicazioni Elettroniche, come la mettiamo? Quanto tempo è concesso al Candidato? Quanti giorni, tenendo conto del singolo esame, saranno impegnati i componenti delle Commissioni di esame, compresi i rappresentanti ARI , alla media di mezz’ora a candidato fra collegamento, domande, risposte e decisione dell’esito dell’esame? Come deve avvenire la convocazione agli esami? ecc ecc.
    Altrochè “evitando al contempo un aggravio di spesa a carico del bilancio del Ministero;” come riportato in premessa del decreto del Ministro!

    1. Buongiorno Angelo I7TAZ,
      innanzitutto grazie per aver espresso il tuo pensiero sul mio blog, che NON è e non rappresenta quello della Sezione ARI di Pordenone.
      Sono d’accordo con te sul fatto che il MISE a livello centrale poteva fare molto di meglio e dare delle informazioni di dettaglio più precise e mirate, al fine di rendere semplici questi esami orali.

      Tutte le domande che hai espresso qui sul mio blog credo avrebbero più forza e soluzione se le avessi espresse contattando direttamente via email o PEC l’Ispettorato MISE di Bari (1) oppure direttamente la Direzione generale MISE di Roma (2).

      Io l’ho fatto, contattando telefonicamente l’Ispettorato del MISE di Trieste (per il FVG) e ho ottenuto diverse risposte circostanziate, anche se ancora non hanno ricevuto da Roma una circolare attuativa del Decreto Direttoriale del 30 settembre, firmato dal Direttore Generale delle attività territoriali.

      Da voci fuori campo, sembrerebbe che gli esami possano avere inizio dalle prime settimane di novembre, ma ancora non è giunta nessuna informazione certa e scritta a nessuna persona iscritta alla sessione di esame per l’anno corrente.

      Ti invito quindi a contattare l’Ispettorato competente per la tua Regione
      , in modo che possa darti le informazioni certe che stai cercando.

      In attesa di tue nuove informazioni in merito, ti saluto cordialmente.
      ’73 de Paolo IV3BVK

      (1) https://www.mise.gov.it/index.php/it/component/organigram/?view=structure&id=720
      (2) https://www.mise.gov.it/index.php/it/component/organigram/?view=structure&id=24

      1. Paolo, grazie per la tua cortese risposta.

        Purtroppo sono domande interessate che mi stavo facendo non solo come radioamatore, socio ARI ma anche come rappresentante ARI nella Commissione di esame presso l’Ispettorato Puglia-Basilicata-Molise
        e che ho già esplicitato all’ARI Nazionale.

        Risposte parzialmente avute nella prima riunione di commissione, ma non certo soddisfacenti e risolutorie, visto che nessun’altra disposizione è pervenuta dal Direttore Generale: il tutto a responsabilità della Commissione.
        Come credo avrai saputo già nel Lazio gli esami sono programmati il 5 novembre, per gli aspiranti dell’Abruzzo, e nei giorni 10-12-17-19-24-26 novembre e 1 dicembre, cioè 7 giorni, per quelli del Lazio. Se questo non è un “aggravio di spesa a carico del bilancio del Ministero”, cos’è? Un risparmio?
        Tieni presenti che nell’Ispettorato di Bari gli esami impegnavano al massimo 3 mattinate, con circa 22-25 candidati a mattinata.

        Ricambio cordiali 73′

        Angelo I7TAZ

        1. Ciao Angelo I7TAZ,
          condivido il tuo disappunto su quanto sta accadendo nei vari compartimenti MISE italiani. Qui in FVG gli esami inizieranno di massima la mattina del giorno 5 novembre e saranno tenuti sul portale del MISE, in audio video. Durata presunta dell’esame orale: 15 minuti!

          Presso la Sezione ARI di Pordenone abbiamo 8 corsisti, i quali, dopo aver ricevuto la prima mail da parte del compartimento di Trieste, sono entrati nel pieno sconforto.
          Poche informazioni e soprattutto poco circostanziate.

          Ho letto anch’io la circolare ministeriale sulla nomina delle varie commissioni italiane, oltre ad aver letto il testo che il MISE di TS ha inviato ai nostri Soci di Pordenone. Da ciò ho potuto notare che anche a livello compartimentale c’è non poca confusione, la quale è stata trasmessa agli esaminandi. A questo si aggiunge il poco tempo dato per completare il corso di radiotecnica, che molte Sezioni ARI stanno ancora effettuando.
          Il risultato di tutto questa confusione e informazioni date all’ultimo momento, è la domanda di rinuncia alla presentazione dell’esame, già spedita da almeno 2 Soci della Sezione ARI di Pordenone.
          Andiamo male, direi… molto male.

          Se solo fossimo rappresentati meglio e tenuti da conto dal MISE a livello centrale, FORSE tutto questo non sarebbe accaduto… ma questa resterà solo una mia supposizione!
          Ora non ci resta che attendere il 5 novembre, giorno dell’esame, per conoscere dai nostri Soci le modalità con le quali l’esame si è tenuto e le domande orali che saranno state poste.
          Ai posteri l’ardua sentenza… (cit.)

          Cordiali ’73
          Paolo IV3BVK

          1. buongiorno .
            io abito in Liguria e sono stato convocato venerdi 27 novembre online sulla piattaforma cisco alle ore 8.45 per fare l esame

          2. Buonasera Roberto,
            i nostri soci di Pordenone hanno sostenuto l’esame nella giornata di giovedì 5 novembre, sempre sulla stessa piattaforma messa a disposizione dal MISE.
            L’esame non è stato complesso e la maggior parte di loro lo hanno sostenuto positivamente, passandolo con successo.
            A te vada il mio augurio di “in bocca al lupo”; se hai studiato passerai l’esame tranquillamente.

            A presto rileggerti,

            ’73 de Polo IV3BVK

Rispondi a ANGELO Annulla risposta