Seguendo i consigli di diversi amici Radioamatori sperimentatori con cui mi collego via radio la sera in DMR, e grazie alle diverse spiegazioni fornitemi dal mio amico Antonio IZ0MXY, quasi un mese fa mi sono convinto ad acquistare in Cina questo Analizzatore di Reti Vettoriale Palmare, versione 4.2 .
Al prezzo vantaggioso con il quale sono riuscito a pagarlo ne è valso davvero l’acquisto, dato che ha a corredo diversi accessori utili sia all’uso che alla calibrazione.

 

 

Contenuto del kit

Oltre all’apparato NanoVNA-H 4 (con batteria ricaricabile entro contenuta da 1.950 mAh), troviamo: 
1 cavo dati USB – Type-C
1 cavo dati Type-C – Type-C x smartphone
2 cavi RF da 15cm SMA maschio a maschio RG316
1 connettore maschio SMA di calibrazione – APERTO
1 connettore maschio SMA di calibrazione – CHIUSO
1 connettore maschio SMA di calibrazione – CARICO 50 Ohm
1 cinghietta a bracciale con il pennino per il controllo touch dello schermo

 

 

Caratteristiche

Le caratteristiche di questa attrezzatura, sono:

NanoVNA-H4 analizzatore di rete vettoriale
Colore: nero
Materiale: plastica
Formato: 5.2×3 pollici
Frequenza di misura: 10 kHz – 1.5 GHz
uscita RF: 0 dBm (2dBm)
Campo di misura: 70dB (50 kHz – 300 MHz), 60dB (300 MHz – 900 MHz), 40dB (0.9 GHz – 1.5 GHz);
Ci possono essere degli errori causati dalla trasformazione non lineare dell’onda fondamentale, quando si usa la misurazione armonica.
Port SWR: < 1.1
Display: 3,95 pollici TFT (320 x 480)
interfaccia USB: modalità di comunicazione di tipo C USB: CDC (seriale)
Alimentazione: USB 5V 200mA, batteria incorporata 1950mAh, carica massima 1A
Numero di punti di scansione: 101 (fissa)
Display Tracking: 4
Marcatura: 4
Impostazione Risparmi: 5
Tolleranza frequenza: < 2.5ppm
Stabilità di frequenza: < 0.5ppm

 

 

Manuali

Ho già provveduto ad inserire qualche manuale d’uso nell’area eManuals dell’archivio di questo sito, in modo da aiutare chi come me riprende per mano questo tipo di strumenti di misura, in modo non professionale.

 

 

Sito del costruttore

NanoVNA è un minuscolo analizzatore di rete vettoriale portatile (VNA), progettato da edy555. Lo strumento è stato reso estremamente portatile, ma di alte prestazioni. È autonomo con display LCD, multi traccia e con batteria interna di grande durata.
Trovate tutti i dettagli e le informazioni d’uso sul sito http://nanovna.com

 

 

Prime considerazioni

Essendo passato diverso, molto tempo, da quando mi avevano insegnato ad effettuare seriamente delle misure con della strumentazione professionale simile, prometto di rimettermi a studiare e poi a pubblicare qui sul sito qualche articolo interessante. Sicuramente qualche antenna da misurare (fissa o portatile) si trova sicuramente, oltre a dare sfogo alla fantasia di ogni sperimentatore.

La prima informazione utile che vi lascio in questo articolo è che il NanoVNA-H arriva già configurato, ma al fine di ottenere delle misurazioni esatte su tutto il campo di misura che l’apparato permette,  è necessario effettuare un RESET dello strumento e procedere alla successiva CALIBRAZIONE per ogni banda di frequenza che si desidera misurare.

La procedura di calibrazione richiede pochi minuti, e una volta diventati esperti la svolgerete con grande facilità. Per questo motivo ho deciso di inserire l’argomento in questo post.
NOTA: Questa operazione è FORTEMENTE RACCOMANDATA da tutti gli utilizzatori esperti.

 

 

Calibrazione

La calibrazione dovrebbe essere eseguita fondamentalmente ogni volta che la banda di frequenza da misurare viene modificata. Se l’errore viene azzerato nel modo corretto, la visualizzazione dello stato di calibrazione sullo schermo sarà Cn D R S T X.
Il valore n è il numero del banco dati, in fase di caricamento.

Tuttavia, NanoVNA può integrare le informazioni di calibrazione esistenti e visualizzare in una certa misura corrette. Ciò accadrà se la banda di frequenza viene modificata dopo aver caricato i dati di calibrazione. A questo punto, la visualizzazione dello stato di calibrazione sullo schermo è Cn D R S T X, dove il valore n è il numero del salvataggio dati in fase di caricamento.

Per effettuare correttamente tutta la procedura di calibrazione, seguire quanto indicato in questa pagina del loro sito.

 

 

Tutto funziona su una piattaforma linux

Ho scoperto che anche dentro questo strumento gira Linux; quindi anche la procedura di aggiornamento del suo firmware open source sarà molto semplice da effettuare, al bisogno.

Buon divertimento e buona sperimentazione.

’73 de Paolo IV3BVK – K1BVK

Grazie per aver visitato questo blog, lasciate un vostro commento a questo post...