Utilizzando molto spesso il sistema radio digitale DMR durante le mie serate libere e negli spostamenti, ho potuto notare che ci sono ancora alcuni Radioamatori che non hanno ancora ben chiaro il corretto utilizzo del sistema e soprattutto le modalità a disposizione per fare in modo che l’uso del sistema venga ben ottimizzato tra i Radioamatori stessi.

Mi spiego meglio. Molto spesso ho sentito fare lunghi QSO in DMR tra OM della stessa zona, che però utilizzavano il sistema DMR o attraverso il multiprotocollo, o sistema in cluster, piuttosto che connettersi tra loro in locale utilizzando lo stesso ripetitore DMR di zona.

Per spiegare meglio il discorso e magari cercare di migliorare l’uso attuale dei sistemi, provo ad utilizzare le informazioni trovate sul sito di dmrbrescia.it assieme a dei miei approfondimenti, in modo da spiegare l’utilizzo dei TG con il sistema BrandMeister (a 6 cifre).
In questo stesso articolo, trovate elencati di seguito anche i TG regionali a 5 e a 4 cifre, di facile utilizzo.

 

Il sistema in Cluster

La maggior parte dei  ripetitori  DMR del FVG sono registrati sul circuito BrandMeister e fanno parte del Cluster BM2222 – Nord Est TG88 – TG222383.
Utilizzando sui vari ripetitori terminali il TG-88, con TimeSlot 2, sia in trasmissione e che in ricezione, transitando su uno qualsiasi dei sistemi, essi andranno tutti in trasmissione contemporaneamente, permettendo ai diversi utenti di utilizzarli come un unico sistema sincronizzato.
Questa modalità di utilizzo (detta CLUSTER) rappresenta uno standard in Italia, quindi tutti gli utenti sapranno agevolmente accedere a qualsiasi Cluster nello stesso modo, evitando di usare TG non canonici, che potrebbero delle controindicazioni, dato che non tutti i ripetitori/terminali possono ricevere indiscriminatamente qualunque TG (lo fanno se impostati in Promiscuous Mode dal proprio manutentore), senza che il TG sia presente nella propria lista di ricezione.

Gli utenti potranno in ogni caso utilizzare liberamente sui ripetitori qualunque TG in modalità dinamica on-demand, su qualunque Slot libero al momento, come prevede la politica mondiale BrandMeister; ovviamente come sempre nel rispetto dell’utilizzo verso gli altri colleghi OM, già eventualmente impegnati in altri QSO su altri TG, e con tutte le precauzioni del caso.

Ogni ripetitore connesso sul sistema BrandMeister, ha un suo proprio cruscotto di visualizzazione, nel quale è possibile vedere il tipo di configurazione presente.
Ad esempio, ecco quello di IR3UW, il ripetitore DMR che io utilizzo di più quando sono in trasferta.

 

Hot-Spot associati al Cluster Nord Est

Per associare e utilizzare correttamente gli Hot-Spot sul Cluster Nord Est, si consiglia di connetterli al server BrandMeister Italia 2222, configurando come TG statico il TG-222383, TimeSlot 2, ottenendo così una sincronizzazione totale (detta mirror) tra Cluster Nord Est e l’ l’Hot-Spot stesso, avendo cura di programmare sulla radio utilizzata sia in trasmissione che in ricezione il TG-222383 , con TimeSlot 2 .

 

Regole generali di condivisione delle risorse

Si sconsiglia vivamente l’utilizzo del TG-222383 indiscriminatamente sui vari ripetitori in genere, se non in casi sporadici e per breve tempo, al fine di non penalizzare gli utenti che non avessero nella loro lista di ricezione il TG in oggetto.   Questa modalità può essere in verità molto utile per rintracciare, accedendo dall’esterno del Cluster, un utente abitualmente in ascolto sul Cluster Nord Est, per poi accordasi immediatamente per uno spostamento su un TG regionale o tattico, come dovrebbe spesso avvenire per chi utilizza il TG-222 Italia, sullo TimeSlot 1, per QSO a 2 persone.

L’utilizzo sugli Hot-Spot del TG di cluster 222383 sullo TimeSlot 2, non comporta invece nessuna controindicazione; può venire utilizzato liberamente dagli utenti, in quanto non impegna altre risorse in radiofrequenza, se non quelle volute dei ripetitori facenti parte del Cluster Nord Est, che trasmetteranno in ogni caso con il TG-88 standard in uscita, effettuando l’equivalente di un NAT, cioè modificando il TG-222383 proveniente dall’Hot-Spot in TG-88, TimeSlot 2, sul ripetitore e viceversa.  
L’utilizzo di sistemi Hot-Spot secondo questa modalità aumenta grandemente la flessibilità della rete BrandMeister, per gli utenti che non hanno accesso a nessun ripetitore fisico, senza arrecare assolutamente disagio alcuno.

La chiamata privata è un altra modalità molto utile per rintracciare uno specifico corrispondente, non sapendo a priori su che ripetitore della rete sia in ascolto.
La rete BrandMeister è in grado di indirizzare autonomamente una chiamata privata ad un utente verso l’ultimo punto di accesso conosciuto usato dallo stesso, alla stregua di un sistema cellulare.
Una volta eventualmente contattato il collega con successo in privato è opportuno accordarsi e spostarsi immediatamente su un TG standard, in quanto la chiamata privata è una pratica deprecabile per fare e continuare un QSO, perché ovviamente esula dallo spirito della nostra attività di Radioamatore.  

 

Fare QSO su i TG TAC

L’uso del TG tattico (TAC) per effettuare dei QSO privati è un’ottima scelta, in quanto si lasciano liberi tutti i ripetitori non coinvolti nel QSO stesso. Verranno utilizzati solo i ripetitori da cui i Radioamatori coinvolti si connettono alla rete DMR. Se le connessioni partono dai rispettivi HotSpot, non verranno coinvolti dei ripetitori e il QSO avverrà ugualmente, senza mantenere occupato alcun canale ripetitore della rete DMR.
I TAC sono ben spiegati (in inglese) in questa pagina e ognuno di essi ha un numero TG ben definito. Abitualmente vengono utilizzati SOLO sullo Slot 1, e la scelta di utilizzo è libera, non corrispondendo alle zone o ad altro.

 

Fare un QSO locale

Se i Radioamatori hanno lo stesso ripetitore DMR di zona disponibile, come detto prima, è possibile utilizzarlo per fare QSO senza doverne per forza attivare degli altri. Per fare ciò, ogni corrispondente dovrà utilizzare il TG-9 (locale) sullo Slot 2, impostandolo sia in ricezione che in trasmissione sulla propria radio.
In questo modo verrà utilizzato il minimo delle risorse per garantire il collegamento.

 

Utilizzo degli altri TG regionali

Le modifiche apportate alcuni mesi fa ai TG a livello nazionale fa riguardano solamente la struttura regionale dei TalkGroups già esistenti; e solo per quanto riguarda il loro utilizzo, quindi per le venti Regioni italiane continueremo sempre ad avere i precedenti TG a 5 cifre in DMR ‘puro, che da ora diventano condivisi anche tra le diverse reti digitali. 
Ci sono poi i vecchi TG a 4 cifre che riguardano il sistema  multi-protocollo e permettono di effettuare i QSO attraverso i vari modi condivisi tra reti (DMR – D-STAR- C4FM).

REGIONE TG DMR TG M.P.
Lazio 22201 2230
Sardegna 22202 2231
Umbria 22203 2232
Liguria 22211 2233
Piemonte 22212 2234
Valle d’Aosta 22213 2235
Lombardia 22221 2236
Friuli Venezia Giulia 22231 2237
Trentino Alto Adige 22232 2238
Veneto 22233 2239
Emilia Romagna 22241 2240
Toscana 22251 2241
Abruzzo 22261 2242
Marche 22262 2243
Puglia 22271 2244
Basilicata 22281 2245
Calabria 22282 2246
Campania 22283 2247
Molise 22284 2248
Sicilia 22291 2249

M.P. = Multi protocollo (DMR – C4FM – DSTAR)

 

Rispetto anche delle regole non scritte

Risulta di fondamentale importanza rispettare queste semplici regole e quelle dettate dal proprio buonsenso, al fine di utilizzare le risorse locali e di rete in maniera corretta e bilanciata, senza arrecare molestie agli utenti in genere, ovunque si trovino, ottenendo in ogni caso il massimo delle funzionalità sia locali che di rete.   La regola principe è dunque sempre il buonsenso, la buona educazione, ed il rispetto dei nostri colleghi Radioamatori.  Vale sempre la regola che si deve usare il minimo delle risorse per fare un collegamento, ecco perché per esempio sono nati i TG tattici (TAC), spiegati precedentemente.

Buon divertimento e buoni QSO tecnici a tutti voi!

’73 de Paolo IV3BVK


Scopri di più da Il mondo di Paolettopn (IV3BVK - K1BVK)

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.