Se il giornalismo non può più fare a meno della rete, neppure internet sarebbe più lo stesso luogo senza il buon giornalismo. Parte da questo assunto “Eretici digitali“.

Ecco “come salvarsi con un tradimento e 10 tesi”; ERETICI DIGITALI, il libro scritto a quattro mani da Massimo Russo e Vittorio Zambardino (Apogeo Libri 2009).

I due autori sono colleghi che lavorano per la “concorrenza”: Russo è direttore di Kataweb e autore del blog Cablogrammi; Zambardino è inviato di Repubblica.it per la cultura digitale e autore del blog Scene Digitali.
Li considero entrambi dei buoni giornalisti e buoni conoscitori del giornalismo online.

Fonte della notizia: corriere.it

All’interno del loro web, potete trovare un interessante video su Eretici digitali, il libro di Massimo Russo e Vittorio Zambardino, raccontato su YouTube con un’animazione: 242 pagine condensate in nove minuti e mezzo (con molte figure, grazie al talento flash di Claudio Campanella). Per chi vuole sapere di che si tratta prima di leggere e per quelli che a leggere non ci pensano proprio, ma non vogliono fare brutta figura con gli amici e in società.

Fonte della notizia: www.ereticidigitali.it

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell’acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l’elettronica e l’informatica.
Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it.
Ciao, a presto.

One thought on “Eretici digitali, un libro interessante che fa pensare

Lasciate un vostro commento a questo post