Ciao, invito tutti voi ad andare a leggere sia il blog di armanz che il blog Richard . M. Stallman che dà il nome a questo post.

R. Stallman, nel suo blog, desidera informare tutti gli users (sia che usino software libero che non) delle iniziative che sta prendendo M$ con il suo nuovo nato Winzoz Vi$ta.

Richard dice nel suo blog ‘ The BadVista campaign is an advocate for the freedom of computer users, opposing adoption of Microsoft Windows Vista and promoting free (as in freedom) software alternatives.’ .

Buona lettura.

Alle prossime, Paolettopn.

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell'acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l'elettronica e l'informatica. Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it. Ciao, a presto.

2 thoughts on “BadVista, ciò che Micro$oft non dice al suo utente…

  1. Ciao, purtroppo il grosso limite di questa seppur ottima iniziativa è che raggiunge solo utenti Linux, che al massimo hanno windows in dual boot. L’utente che ha sempre usato windows, che non sa neanche cosa siano la licenza GPL o il DRM, difficilmente si imbatte nel blog di Stallman (che neanche conoscerà)o in questo, o nel mio… E questo porta all’errore che secondo me Stallman continua a fare, cioè parlare esclusivamente alla comunità opensource, quando dovrebbe, come in questo caso, rivolgersi ad altri…

  2. Ciao Armanz,
    devo dire che hai ragione, ma Stallman non può parlare ‘direttamente’ agli utenti M$ Winzoz in quanto risulterebbe essere concorrenza sleale e chissa cos’altro si inventerebbero quelli di casa M$ per poterlo aggredire. Resta il fatto che gli utonti M$ ci cascheranno dentro senza quasi saperlo !!
    La Comunity fa quello che può, bisognerebbe puntare sull’informazione degli utonti durante i vari Linux Day che si stanno formando durante le varie fiere campionarie e quelle fatte nelle scuole.
    Purtroppo la va cosi…

    Alle prossime, Paolettopn.

Lasciate un vostro commento a questo post