Ciao,

in questi giorni ho twittato molto con diversi amici in rete, commentando questo nuovo dispositivo, già in vendita sulla rete nel sito di ZaReason.

Si tratta dello ZaTab, questo interessante tablet completamente ‘aperto’ (Android based) a un prezzo molto interessante; direi bassissimo (per ora a quasi 350,00 $)!
Credo meriti di andare a vedere le interessanti caratteristiche hardware proposte ad un prezzo MOLTO interessante.

Una durata della batteria di ben 14 ore… volume di lavoro espandibile con microSD per altri 32 GB e con S.O. Android 4.0.3 completamente aperto (CyanogenMod 9) e accesso anche da ‘root‘, garantito fin dall’acquisto!

Che altro dire, se non pensare di comperarne uno per me.
Viene segnalato un piccolo bug, anche se in via di soluzione: le immagini riprese dalle DUE fotocamere non vengono rappresentate interamente sullo schermo. Ma gli sviluppatori stanno già lavorando per risolvere il problema.

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell'acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l'elettronica e l'informatica. Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it. Ciao, a presto.

6 thoughts on “ZaTab, un nuovo interessante tablet Android rivoluzionario

  1. Siamo nella giusta direzione, ma ancora non abbiamo centrato l’obiettivo.

    Bene un sistema completamente aperto, a partire dall’utente ROOT. Ma ci sono due domande:
    – è possibile installare un so differente?
    – è possibile installare un compilatore gcc e ricompilarsi LAMPP (senza diventare matti)?

    Un brutto limite invece è il singolo GB di ram.

    Comincia a diventare strettino, soprattutto se consideriamo il fatto che anche il tuo III S ne ha due.

    Interessante recensione comunque!

    1. Ciao Luciano,
      si, la direzione che hanno intrapreso è buona.
      Installare un altro S.O. ? Certo che si, tant’è che lo vendono anche senza il S.O. (vedi nella loro pagina di acquisto….)
      Credo che già con questo modello ci sia la possibilità di installarci Linux (Ubuntu e/o altre versioni…), tant’è che il fornitore sta lavorando in questa direzione… ma Ubuntu ha ancora qualche problema a usare e riconoscere lo schermo in touch. Stiamo a vedere quali saranno le prossime evoluzioni del prodotto.

      Attendiamo quindi che il prodotto si evolva e ci permetta di utilizzare i vari software che hai elencato per utilizzare al meglio un comodo server LAMP, da viaggio!

      Si, la RAM è quella, ma chissà se ne faranno un modello superiore… anche qui staremo a vedere.

      Si, il mio Galaxy S3 va alla grande, tant’è che ci ho installato Ubuntu 12.04 LTS sulla SDcard aggiuntiva… e va molto bene, con accesso in SSH.

      Grazie per il complimento, è stato un vero piacere leggerti qui da me.

      1. Hai installato ubuntu su s3? Mi puoi linkare la guida che hai seguito? (se hai seguito una guida). Intanto voglio segnalarti quello che a parer mio potrebbe essere un vero gioiellino: http://www.ebay.it/itm/Tablet-PC-Windows-7-Android-Atom-455-2gb-32Gb-SSD-9-7-Touch-BT-Super-/150831459192?pt=Computer_portatili&hash=item231e416b78. Si può avere anche con sata da 500GB. Quello che pensavo è: visto che l’hardware è lo stesso di un netbook potrei installarci anche debian in modalità testo. Unica lacuna: mancanza di una scheda di rete cablata 🙁

        1. Ciao,
          per installare Ubuntu sull’S3 devi seguire i vari consigli e procedure per prima avere i permessi di ‘root’ sul tuo S3. Vedi anche qui: http://www.refreshit.info/2012/07/how-to-root-samsung-galaxy-s3.html . Ricorda che una volta applicate queste modifiche, la garanzia del cellulare decade. Ci sono molti modi, ma la maggior parte usa Odin per fare il passaggio, e quasi sempre su un PC Win. 🙁

          Successivamente segui quanto descritto in questo thread: http://forum.xda-developers.com/showthread.php?t=1700228 dove trovi anche un altro modo per ottenere i permessi di ‘root’ suddetti.

          Se cerchi su Google, ci sono svariati altri modi per arrivare al traguardo, e ogni thread o post ha i suoi metodi. Basta darsi un poco da fare e stare bene attenti durante le procedure. 😉

          Se cerchi sul Market (Google Play), puoi trovare degli installer belli e pronti, ma il telefono deve avere già i permessi di ‘root’. 🙂

          Fammi sapere come ti è andata, se hai intenzione di installare anche tu Ubuntu sul tuo Galaxy S3.

          1. Gran calma! Io non ho ancora un galaxy 3 😉 Adesso vedo quello che mi hai segnalato. Se è poco rognoso potrebbe essere una buona ragione per comprarlo.

            PS: grandioso eyeOs. Lo ho messo nella (eterna) lista delle cose che vale la pena imparare appena ho tempo!

  2. Ciao Luciano, ben ritornato.
    Beh… la parte più ‘rognosa’ è quella per ottenere i permessi di root sul cellulare, il resto del persorso è solo discesa. Il fatto è che sul cell S3, Ubuntu è poco usabile a causa del complesso settaggio del video. Molte cose si perdono, non riuscendo a usare Unity al meglio; utilizzando Gnome, va decisamente meglio e diventa tutto più semplice.
    Dopo diverse prove e divertimenti, per ora ho disinstallato il S.O. Linux, rimettendo tutto a posto.
    Con tutte quelle procedure di modifica di Android avrò sicuramente perso la garanzia, avendo modificato il S.O. d’origine. Spero di aver rimesso tutto a posto e di non dover ricorrere alla garanzia per nessun motivo.

    Per quanto riguarda il S.O. eyeOs è un’altra storia. Leggerai qui su questo blog il modo per riuscire ad installarlo su un dominio Aruba, in quanto la procedura standard d’installazione non mi andava a buon fine, a causa di alcuni blocchi dati dal server che ospita il mio dominio.
    Con uno piccolo statagemma, sono riuscito ad ovviare e a far funzionare il S.O. in remoto.

    Se desideri chiedermi informazioni, il modo lo conosci; o qui o tramite la tua ‘alunna’.

    A presto rivederti, buona estate.
    Paolo

Lasciate un vostro commento a questo post