Ciao,

da quanto letto in rete dai siti di Sysadmin e Mytech, riporto di seguito:

 

GPLv3 trovate il testo della licenza nell’area Download del dominio (listing/Documenti).

” (ASCA) – Roma, 10 mar – L’Associazione PLIO (Progetto Linguistico Italiano OpenOffice) annuncia che la licenza del codice di OpenOffice.org passera’ dall’attuale LGPL 2.1 alla nuova LGPLv3 con l’arrivo della beta di OpenOffice 3.0 (nel corso dell’estate 2008), e che il Sun Contributor Agreement (SCA) sostituisce – a partire da oggi – il Joint Copyright Assignment (JCA) che regolava i rapporti tra Sun e gli sviluppatori coinvolti nel progetto. Il passaggio dalla LGPL 2.1 alla LGPLv3 costituisce un’evoluzione naturale per il codice sorgente di OpenOffice.org, che ha scelto sin dall’inizio una licenza scritta dalla Free Software Foundation. In particolare, la nuova licenza offre una migliore protezione per i brevetti sul software, e garantisce nel tempo i diritti degli utenti, che potranno continuare a usare OpenOffice.org liberamente (e gratuitamente) in ogni contesto, sia privato che commerciale. OpenOffice.org continuera’ a utilizzare la licenza LGPL – anziche’ la GPL – con l’obiettivo di ridurre al minimo l’impatto sull’ecosistema, che e’ cresciuto intorno a questa licenza. La LGPL protegge gli sviluppatori e allo stesso tempo assicura che le modifiche al codice vengano condivise con la comunita’.

Sono personalmente compiaciuto che OO abbia fatto questo passo, al fine di mantenere quanto già espresso in precedenti annunci; proteggere la comunità e i lavori rilasciati dalla stessa.

Un saluto,

Paolettopn

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell'acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l'elettronica e l'informatica. Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it. Ciao, a presto.

Lasciate un vostro commento a questo post