Dal blog di Pixel:

Volevamo che la gente usasse Linux… ora siamo preoccupati che lo usano in troppi.

Volevamo le cose semplici ed autoconfiguranti… ora siamo preoccupati che Ubuntu vede tutto e si adegua senza mostrare nulla.

Ci lamentavamo che Linux non era “facile” e “supportato” come Windows… ora che lo è vorremmo ritornare alla compilazione del Kernel e ci guardiamo attorno alla ricerca di distribuzioni complesse, macchinose e devastanti.

Dobbiamo girare pagina e renderci conto che molto è cambiato ed il supporto che andava bene 5 anni fa’ ora è superato, i problemi sono di natura diversa e quando ci sono diventano complessi.

Troviamoci insieme a sorseggiare una tazzina di caffè, siamo ancora in tempo per capire come dovrà essere il futuro della comunità.

Non abbiamo avuto paura ad usare Linux/Ubuntu 5 anni fa’ e non dobbiamo aver paura di cambiare nemmeno ora.

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell’acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l’elettronica e l’informatica.
Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it.
Ciao, a presto.

Lasciate un vostro commento a questo post