Si… sono sempre stato del parere che il voto DEVE venire espresso, il silenzio degli assenti mi ha sempre ‘assordato’!!  Ricordiamoci che ci sono ancora popoli nel mondo che non possono far valere il loro parere il loro pensiero e i loro diritti.

Il referendum non l’ho mai considerato una votazione da ‘serie B’ o poco importante… ricordiamoci come sarebbe potuto andare a finire se i referendum del passato, che hanno ottenuto il quorum di partecipazione, non avessero ottenuto la maggioranza dei voti.

Ci si astiene dal voto (ovvero di dare il proprio voto), presentandosi ugualmente al seggio e non indicando la preferenza o annullando la scheda in modo civile ed educato; ma sarete stati parte attiva in causa, nella scelta finale.
Non presentandosi al seggio, credo si offra un’immagine di scarsa conoscenza e appartenenza alla democrazia; immagine che vedo ben poco lodevole.

Il popolo italiano si è battuto negli anni passati per ottenere il diritto al voto ambisesso, anche con il principio che segue…

“Il principio del ‘Suffragio universale‘ è il principio secondo il quale tutti i cittadini maggiorenni possono partecipare alle elezioni politiche e amministrative e alle altre consultazioni pubbliche, come i referendum (si ammette tuttavia che in caso di condanna per determinati reati, al condannato si possa sospendere il diritto di voto, temporaneamente o permanentemente).

L’Europa si mosse su questa strada nel corso dell’Ottocento: da un suffragio ristretto – per la maggior parte dei casi attribuito ad una porzione della popolazione in base a criteri censitari o relativi all’istruzione – si passò via via al suffragio universale. Si ricorda, inoltre, che la Francia nel 1792, dopo la Rivoluzione francese, introdusse il suffragio universale anche se per un periodo di tempo brevissimo. Solo dal 1946 sarà effettivo e stabile.

Infine, si ricorda che nella penisola italiana, ma solo nel Granducato di Toscana nel 1848 si concesse il suffragio ristretto maschile e femminile: unico Stato che lo concedeva allora, quantunque limitato alle classi abbienti”.
… estratto da Wikipedia.

Quindi, astenersi dall’andare ai seggi per dare il proprio voto mi sembra anche un affronto verso quelle popolazioni che non possono far valere i propri diritti .

Ma questo resta ed è solo un mio pensiero…. scritto in un momento di relax.

Paoletto

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell'acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l'elettronica e l'informatica. Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it. Ciao, a presto.

One thought on “Anche questa volta il mio voto lo VOGLIO esprimere…

Lasciate un vostro commento a questo post