Già, da un comunicato anticipato da Canonical durante la creazione del narvalo, oggi troviamo LibreOffice installata di default su Natty, mentre il pacchetto OpenOffice viene eliminato durante l’aggiornamento (nel mio caso è stato proprio così…).

Ora dovrò prendere pratica con il nuovo software LibreOffice altro non è che un «fork» di OpenOffice.org voluto dalla “The Document Foundation“.

Questa e altre decisioni sono state prese da Canonical, durante la creazione del pacchetto base che compone Natty Narwhal. Altre informazioni sui contenuti di questa nuova edizione di Ubuntu, le trovate leggendo la moltitudine di post pubblicati in rete durante questi giorni.

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell’acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l’elettronica e l’informatica.
Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it.
Ciao, a presto.

Lasciate un vostro commento a questo post