Ho atteso un po di tempo prima di scrivere questo articolo, riguardante l’argomento in oggetto.
Sui vari social network si è già avviata una vera ‘bagarre’ riguardante questo argomento, in quanto si è potuto notare che l’applicazione ‘tout court’ di questa direttiva europea limiterà di molto coloro che utilizzano le armi in modo sportivo (tiro a segno, tiro a volo).

Si, essendo un tiratore di arma corta e lunga non del tutto professionista, un grande appassionato di ricarica e di balistica, sono molto interessato a tutto ciò che si muove attorno a questo mondo.

Bene, questa mattina sono andato a leggere il sempre interessante sito www.earmi.it (enciclopedia delle armi, a cura di Edoardo Mori), dove ho trovato finalmente descritto il suo parere, riguardante l’argomento di questo post.

In questa pagina del suo sito trovate il testo della modifiche alla direttiva 477, approvato il 14 marzo 2017. 
Deve essere ancora rivista dal Consiglio Europeo, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale europea e poi recepita in Italia, con i dovuti aggiustamenti e collegamenti.

Come minimo ci vorrà un anno prima che entri in vigore, c’è tutto il tempo per digerirla.
È necessario invece sorvegliare da vicino i politici italiani e anche il Ministero, affinché non aggiungano ulteriori cavolate.

Ovviamente è solo il mio e il suo pensiero…

Buona lettura!

Lasciate un vostro commento a questo post