Desiderare di poter avere un IP statico in casa, in modo da riuscire a collegarsi alle nostre periferiche interne (webcam di sorveglianza, controlli remoti della domotica, ecc.) oppure offrire dei propri servizi in Internet, è una delle ‘must-have’ dei tempi moderni. Però la maggior parte dei contratti ADSL odierni assegnano un numero IP temporaneo ad ogni utente, numero che cambia al riavvio del modem o alla riconnessione della linea al proprio ISP.

Fino a poco tempo fa si poteva ottenere l’IP statico permanente attraverso l’iscrizione gratuita a diversi provider di settore, mentre oggi la registrazione ‘base’ rimane gratuita, ma con l’obbligo di ‘riconfermarla’ in modo gratuito mensilmente.

Per i miei semplici ‘giochi’ ho scelto i servizi di No-IP.com; la registrazione e la configurazione sono state molto semplici e veloci, seguendo le informazioni descritte nel loro sito.

Anche la configurazione e attivazione del servizio sul mio modem Tim Technicolor è stata veloce e semplice, effettuata dalla pagina interna del modem: http://192.168.1.1/#tim-dyndns

In questo articolo desidero spiegare l’installazione e il funzionamento del loro No-IP DUC (Dinamic Update Client), scaricabile dal loro sito.

È possibile installare l’applicazione in pochi minuti, con alcuni comandi da terminale. Per far questo, è necessario aprire un terminale e ottenere i privilegi di ‘root’, con il comando “sudo -s” seguito dalla password di ‘root’ del tuo PC.

Di seguito, eseguire i seguenti comandi:

  • cd /usr/local/src/
  • wget http://www.no-ip.com/client/linux/noip-duc-linux.tar.gz
  • tar xf noip-duc-linux.tar.gz
  • cd noip-2.1.9-1/
  • make install

Fatto questo, avrete installato l’applicazione e potrete procedere alla sua configurazione inserendo le credenziali No-IP della vostra registrazione effettuata precedentemente sul loro portale.

Nel caso in cui otteniate delle informazioni come “make not found” oppure “missing gcc” durante l’installazione, vorrà significare che precedentemente non avete installato il compilatore gcc sul vostro sistema. Per procedere e completare l’installazione, sarà necessario installare il compilatore e poi riprendere l’installazione precedente di No-IP DUC.

Configurare il client

Continuando a lavorare sul terminale come ‘root’ (oppure con sudo), eseguire il seguente comando:

  • /usr/local/bin/noip2 -C (la lettera C deve essere maiuscola, questo comando creerà il file di configurazione)

Ora il programma attenderà l’inserimento dello username e della password di No-IP, seguito dal  hostname che desiderate utilizzare. Fate attenzione, una delle domande sarà “Do you wish to update ALL hosts”. Se rispondete in modo non corretto, questo potrebbe darvi dei problemi con TUTTI gli hostnames presenti del vostro account che puntano ad altre posizioni.

Ora che il client è installato e configurato, potete lanciare il programma. Questa azione può essere effettuata con il seguente comando, che lancerà il programma in background:

  • /usr/local/bin/noip2

Leggete il file README presente nella cartella no-ip-2.1.9 per avere altre istruzioni e per capire come far avviare il client DUC all’avvio del sistema operativo. Questa configurazione cambia a seconda del sistema operativo utilizzato.

Per controllare, l’effettivo funzionamento del programma, sempre da terminale, eseguire il comando:

  • noip2 -S  (l’opzione -S visualizza la reale configurazione del client)

Ora avete terminato! Il DUC è avviato ed è stato installato correttamente nel vostro sistema linux Ubuntu.

Lasciate un vostro commento a questo post