Pi-Star HotSpot

Desiderando sperimentare anche questo modo di trasmissione digitale, ho desiderato scrivere questo articolo, prendendo spunto da un articolo precedente scritto dal radioamatore KD7LMN.
Avevo deciso di tradurlo ma poi il testo e le configurazioni sono state aggiornate per corrispondere alla versione attuale dei sistemi YSF e  renderlo disponibile a voi, in modo da spiegare come fare per connettere i sistemi digitali in oggetto.
L’idea rimane quella di utilizzare il vostro hotspot Pi-Star assieme alla vostra radio DMR preferita, per connettervi con il Network Fusion YSF/C4FM iT-MLINK.

 

Cosa vi serve

Per essere subito chiari, per realizzare quanto scritto di seguito è necessario utilizzare un’interfaccia installata su un dispositivo Pi-Star.  Se utilizzate un sistema come l’OpenSpot, quanto troverete indicato NON potrà funzionare. Comprendo il disappunto di quanti utilizzano un hotspot tipo OpenSpot, ma non avendone uno a disposizione non è stato possibile realizzare un How To per quella interfaccia specifica.

 

Come fare

Ci sono due modi per configurare il vostro HotSpot DMR per il Cross Mode YSF. Vi spiegherò come fare in ambedue i modi, all’interno di questo articolo.  La via da preferire dipende dal vostro apparato, dall’uso che ne fate e da cosa intendete realizzare per gli altri OM.  Vi spiegherò i pregi e i difetti di ambedue le soluzioni e come ho risolto i problemi durante la configurazione dell’HotSpot e della radio DMR. 

Iniziamo con questa spiegazione con la speranza di ascoltarvi quanto prima sul server italiano iT-MLINK, in  YSF/C4FM.

 

Da DMR a YSF utilizzando il DMR Gateway

La prima opzione da attivare e poi utilizzare è  il DMR Gateway, già contenuto nel software del pi-star. Con questa opzione attivata potrete utilizzare il vostro HotSpot in DMR assieme al YSF. Ci sono alcuni trucchi che dovrete imparare per configurare poi il codeplug della vostra radio, ma di questo ne parleremo successivamente in quest’articolo.

Ora siamo pronti a partire. Aprite la dashboard dell’apparato Pi-Star che desiderate configurare. Selezionate il menu Configuration ed effettuate il login (User ID: pi-star Password: raspberry).

Una volta entrati, sarete nella pagina principale di configurazione del Pi-Star. Scendete verso la sezione MMDVMHost Configuration. Assicuratevi che il modo DMR sia abilitato e dovrete abilitare anche il modo DMR2YSF, come indicato nell’immagine seguente.
(non fate caso ai miei tempi di HangTime personalizzati per i vari modi…).
A questo punto applicate le modifiche apportate, selezionando il pulsante Apply Changes, che salverà le vostre modifiche e vi farà ritornare nella pagina di configurazione principale.

Poi scendete nella sezione DMR Configuration. Selezionare DMR Gateway come valore di DMR Master. È il primo parametro di selezione che trovate nella finestra. Una volta selezionato, premete il pulsante Apply Changes.

Una volta salvati i dati, ritornate al pannello DMR Configuration, ora troverete molti più parametri di configurazione. Nel mio pannello DMR vengono visualizzate alcune opzioni in più, in quanto utilizzo il DMR Manager di BrandMeister (argomento trattato in precedenza su un altro mio articolo).

Le prime opzioni da impostare sono il BrandMeister Master e il BrandMeister Network Enable.
Selezionare il server  BrandMeister desiderato dalla lista (io ho utilizzato BM_Italy_2222), e assicuratevi di aver abilitato l’opzione BrandMeister Network Enable, altrimenti la parte DMR cesserà di funzionare.

È ora necessario attivare le altre configurazioni, tra le quali la connessione al server DMR+ master; selezionate il server con nome DMR+_IPSC2-IT-MLINK, ricordandovi di attivarlo come vedete descritto in figura.
Questo è il Server IT-MLINK IPSC2 per il Multiprotocollo Italia su network DMRPlus, gestito dal Gruppo Radio Firenze.

ATTENZIONE: Utilizzate esclusivamente il server DMR+_IPSC2-IT-MLINK e NON il server DMR+_IPSC2-IT-Italy, in quanto è assolutamente importante capire ed utilizzare sempre l’IT-MLINK, soprattutto perché ha già le connessioni dirette verso gli altri network.
Questo è fondamentale per continuare le varie configurazioni sul DMR+!

Impostate nella variabile dell’opzione DMR+ Network, il seguente codice (a vostro piacere):
StartRef=4000;RelinkTime=15;Userlink=0;TS1_1=222;TS2_1=22251;TS2_2=2241;

Queste impostazioni serviranno per fare in modo che all’avvio del pi-star, la vostra connessione sul server DMR+ abbia le seguenti caratteristiche:

StartRef=4000   Reflector non connesso
RelinkTime=15  Minuti di attesa prima di ricollegare il Reflector di default
Userlink=0         Non viene permesso agli utenti di cambiare il Reflector
TS1_1=222        Primo TG impostato sul Time Slot 1
TS2_1=22251    Primo TG impostato sul Time Slot 2
TS2_2=2241
     Secondo TG impostato sul Time Slot 2

Continuando con la configurazione del pannello DMR Configuration:
Lasciate l’opzione DMR+ Network ESSID su None.
NOTA: Se impostate diversamente questo valore, all’ID DMR standard composto da 7 numeri vengono aggiunti due numeri in più e il server DMR+ non riuscirà più a trovare le informazioni della stazione (ad esempio il QTH), sul proprio database.

Attivate l’opzione DMR+ Network Enable.

Successivamente selezionare la dashboard di riferimento preferita, seguendo quanto trovate descritto in figura.  Io ho attivato la Dashboard XLX_039, modulo R.

Controllate che l’opzione DMR DumpTAData sia abilitata.

Terminate le modifiche, ora selezionare Apply Changes per salvare le modifiche, altrimenti potete anche continuare con il prossimo passo di configurazione e salvare successivamente le modifiche già apportate.

Scendete fino alla sezione Yaesu System Fusion Configuration. Qui dovrete selezionare quale reflector YSF/C4FM desiderate connettere. Selezionare il valore nella lista a tendina YSF Startup Host (nel mio caso ho impostato il valore YSF22201 – IT C4FM Italy – (YCS222) ).
Un altro parametro da controllare è l’impostazione UPPERCASE Hostfiles, DEVE essere abilitata. La trovate già abilitata di defaultControllate e attivate l’opzione WiresX Passthrough.
Una volta apportate tutte le modifiche, selezionare  Apply Changes per salvare le modifiche apportate alla configurazione.

Questa era l’ultima delle modifiche da apportare alla pi-star. Una volta salvate le modifiche, dovete ora aggiornare l’hotspot Pi-Star. Fatelo semplicemente selezionando l’opzione Update che trovate in alto nel Menu. Una volta terminato l’aggiornamento, avrete terminato la configurazione YSF del vostro hotspot Pi-Star.

 

Aggiornamento del codeplug della radio DMR

L’ultima cosa che vi è rimasta da fare è la configurazione del codeplug della vostra radio. Questo è uno degli scopi secondari di questo articolo, ma è necessario farlo aggiornando il codeplug con dei nuovi campi TalkGroup di gruppo.
NOTA: Vi suggerisco di aggiungere una Zona chiamata C4FM nella vostra radio DMR preferita, dove inserire dei canali aggiuntivi configurati per i QSO in YSF/C4FM.

IMPORTANTE: Per ogni Reflector che desiderate utilizzare CON QUESTA CONFIGURAZIONE della pistar, sarà necessario utilizzare un TG di gruppo formato dal numero 70 o 71 e il proprio ID Number YSF, ricordandovi di modificare prima il valore del campo YSF Startup Host nella sezione Yaesu System Fusion Configuration, a seconda del reflector che desiderate utilizzare.  

ATTENZIONE: I TG sotto riportati NON FUNZIONANO se utilizzati direttamente su i ponti DMR !!!

Per esempio, utilizzando la configurazione attuale per il Reflector YSF22201, dovrete solamente impostare il valore del TG di gruppo uguale a 7022201 per iniziare ad utilizzare la nostra chat tecnica e Net Reflector italiano iT-MLINK .

 

Cambio d’utilizzo del reflector

Per utilizzare il Reflector YSF multiprotocollo del gruppo GRF IT (26045) dovrete impostare sulla radio il valore del TG di gruppo uguale a 7026045 e il nella sezione Yaesu System Fusion Configuration del pistar il valore di YSF-26045-IT GRF-YSF2 – TUSCANY MULTIP nel campo YSF Startup Host .

Se invece desiderate utilizzare il Reflector FCS italiano dovrete aggiungere il numero 71 davanti all’ID del TG di gruppo. Di conseguenza, dato che l’ID del Reflector FCS italiano è 00169, il TG di gruppo diventa 7100169 e il valore da inserire nel il campo YSF Startup Host della configurazione del pistar diventa FCS00169 – Italy .

Per altre informazioni sulle connessioni ad altri Reflectors, vedere: https://www.pistar.uk/fcs_reflectors.php

 

Programmata la vostra radio e il pistar come descritto, sarete già attivi in YSF!
Avete configurato l’uso del  DMR 2 YSF utilizzando il DMR Gateway; di seguito vedremo come configurare direttamente il modo DMR2YSF del Pi-Star.

 

 

DMR2YSF Diretto

L’altra opzione che potete scegliere per usare il modo DMR 2 YSF è quello di configurarlo in modo diretto.  L’unica perdita che avrete utilizzando questa configurazione è che non potrete più usare il modo DMR nel vostro hotspot, ma resta comunque una grande opzione per voi, se fate traffico solo su YSF/C4FM.

Per iniziare, aprire la dashboard del vostro pi-star e selezionare il menu Configuration e fare il login (UserID: pi-star, Password: raspberry).

Verrete indirizzati nella pagina principale di configurazione, cendete nella sezione MMDVM Host Configuration. Assicuratevi che i modi DMR e DMR2YSF siano abilitati. Dopo averli abilitati entrambi, selezionate il pulsante Apply Changes per salvare la configurazione.

Una volta salvate le modifiche, scendete alla sezione DMR Configuration. Dovete selezionare l’opzione DMR2YSF nella finestra del DMR Master. Selezionare Apply Changes per salvare la modifica. Non è necessario effettuare nessun’altra modifica in questa sezione.

Una volta salvate le modifiche, scendete alla sezione Yaesu System Fusion Configuration. Ci sono solo due opzioni da modificare. Configurare YSF Starup Host, selezionando il Reflector YSF/FCS che desiderate connettere (nel mio caso ho impostato il valore YSF22201 – IT C4FM Italy – (YCS222) ).
Assicuratevi che il valore UPPERCASE Hostfiles sia abilitato. Questa opzione è già abilitata di default.
Controllare e attivare l’opzione WiresX Passthrough.
Selezionare Apply Changes per salvare le modifiche apportate.

Questa era l’ultima impostazione da fare. Una volta salvate le modifiche, dovete ora aggiornare il vostro hotspot Pi-Star. Fatelo semplicemente selezionando l’opzione Update che trovate nel Menu principale in alto. Una volta terminato l’aggiornamento, avrete terminato la configurazione del vostro Pi-Star.

 

Aggiornamento del codeplug della radio DMR

L’ultima cosa rimasta da fare è quella di configurare il codeplug della vostra radio. Questo è uno degli scopi secondari di questo articolo, ma è necessario farlo aggiornando il codeplug con dei nuovi TalkGroup.
Vi suggerisco di aggiungere una Zona C4FM nella vostra radio DMR preferita, dove inserire i canali per il QSO in YSF/C4FM.
Per configurare il Reflector da utilizzare, vi basterà seguire le stesse operazioni indicate nel paragrafo omonimo della precedente configurazione.

 

 

Test di funzionamento

Se tutto è andato a buon fine utilizzando la prima delle due configurazioni proposte, potrete vedere già connesso il vostro HotSpot nella dashboard del server che avete selezionato nella sezione Yaesu System Fusion Configuration.
Nel mio caso, visualizzando la dashboard di IT C4FM Italy (YCS222), troveremo visualizzato anche il nominativo (IV3BVK) del mio hotspot:

 

Per vedere i vari QSO sul effettuati sul sistema, visitate la dashboard IT C4FM Italy (YCS222) – User on line

 

Conclusioni

Non è per nulla difficile utilizzare la vostra radio DMR per parlare su un Network YSF/C4FM. Con alcuni semplici passi riuscirete a farlo in breve tempo. In questo articolo HowTo vi ho mostrato due modi differenti per configurare il DMR2YSF dell’apparato pi-star.
Spero che questo possa avviarvi a fare QSO sul YSF/C4FM.

Grazie per aver letto questa traduzione dell’articolo HowTo; vi attendo per fare quattro chiacchiere in qualche Reflector YSF.

’73 de Paolo – IV3BVK

 

2 commenti su “Connettere il sistema C4FM al sistema DMR con l’hotspot Pi-Star

  1. Ciao. Dove posso trovare documentazione per come creare il codeplug per l’uso YSF utilizzando il DMR Gateway

    1. Ciao Danilo,
      ci sto ancora lavorando su e quando avrò terminato tutti i test sicuramente scriverò un articolo al riguardo.

      Per ora sto vedendo in rete di trovare chi l’ha fatto prima di me e trarne le dovute informazioni. Sono in contatto con gli amici tecnici del GRF, e credo che tra qualche giorno ci saranno degli sviluppi.

      Nel frattempo anche tu puoi andare a leggere https://amateurradionotes.com/pi-star-cross-modes.htm e iniziare a capire come lavora il pi-star.

      Poi sto seguendo anche questo thread: https://forum.pistar.uk/viewtopic.php?t=755

      Buona lettura, a presto.

      Paolo – IV3BVK

      P.S. Potrebbe tornarti utile un video HowTo di un OM USA che ha usato questo sistema sulla versione pi-star 3.4.15 https://www.youtube.com/watch?v=ipGJE0afY5Y

Grazie per aver visitato questo blog, lasciate un vostro commento a questo post...