Nelle ultime settimane, frequentando il canale Telegram del gruppo che segue i lavori della radio Quansheng K5, ho conosciuto diversi colleghi radioamatori, appassionati di telegrafia. Da quel canale mi è stato consigliato di frequentare anche il canale Telegram del gruppo CW_QRS, dove ho fatto subito amicizia con altri OM e ho ricevuto delle altre informazioni interessanti.

Tra le varie informazioni che ci siamo scambiati su quella radio e una nuova versione di firmware che permette di utilizzarla molto bene in telegrafia (informazioni ricevute sia nel canale QS K5 che nel canale CW_QRS), nel canale dedicato al CW si è discusso anche della realizzazione di piccoli tasti telegrafici e di Iambic Paddle adatti ad essere portati con se in configurazione “da viaggio”.

Il progetto che desidero descrivervi in questo articolo è del radioamatore americano  Adam Kimmery K6ARK, che ha progettato un semplicissimo ma efficace paddle per il codice Morse, realizzabile in proprio con una stampante 3D.

 

Com’è nato questo progetto

Adam K6ARK, In qualità di appassionato operatore HF portatile, che attiva regolarmente sommità e parchi SOTA per il POTA, era rimasto deluso dalle prestazioni, e anche dai costi e delle dimensioni dei paddle telegrafici in commercio. Per questo motivo, ha deciso di costruirne uno in proprio

 

Per le operazioni radio in portatile o per montarlo su un supporto da scrivania, valutate anche la possibilità di stampare l’apposito supporto / piastra per collegare una cinghia alle gambe ed avere una maggior stabilità durante la manipolazione.

Trovate tutte le informazioni su questo progetto, nel seguente link.

Fonte: Morse Code Paddle / CW Key

 

Conclusioni personali

Questo progetto che vi ho descritto è quanto si può riuscire a fare con un po’ di buona volontà, volendo risparmiare il denaro e dandosi da fare per raggiungere il risultato voluto. Non sarà un paddle telegrafico rivoluzionario e professionale, ma per trasmettere in QRS durante le attività all’aperto è più che efficace!

Lo ritengo un progetto abbastanza interessante, magari da proporre allo stand della sezione ARI PN APS, in una delle prossime sessioni della Fiera del Radioamatore di Pordenone.

Nel mio prossimo articolo su questo argomento, vi descriverò invece un paddle telegrafico magnetico, di realizzazione completamente italiana, che sono riuscito a procurarmi in breve tempo. Quest’altro paddle, anch’esso realizzato con una stampante 3D, ha delle caratteristiche meccaniche davvero eccezionali, come potrete leggere e anche vedere in modo dettagliato nell’articolo. Stay tuned!

Buon divertimento e QSO in telegrafia, de Paolo IV3BVK     73 GL

Grazie per aver visitato il mio blog, lasciate un vostro commento a questo post...