In questo articolo continuo ad aggiungere delle informazioni riguardanti la mia sperimentazione con questa radiolina analogica bi-banda cinese per uso radioamatoriale Quansheng UV-K5 (8). La sperimentazione già in essere da parte di molti radioamatori e non, ha portato diversi OM a capirne il funzionamento e a realizzare uno (o più firmware open source….) per ampliarne l’uso in ricezione e in trasmissione. In questo articolo desidero condividere con voi le spiegazioni dettagliate per installare la corretta versione del programma CHIRP e l’uso del modulo python dedicato, creato sempre da Fabrizio IU0IJV.
La versione del firmware attualmente in uso nella mia radio è la 2.9.R3.
 
Per vostra comodità, trovate tutti i miei articoli precedenti su questo apparato radio, utilizzando il link radio QS K5.
 
 

Avviso

La programmazione corretta del codeplug per coloro che utilizzano questo firmware, avviene solo se la versione del programma CHIRP è stata aggiornata all’ultima versione disponibile e se utilizzate l’ultima versione del modulo python.

 

Quali informazioni trovate in questo articolo

Ho ritenuto necessario scrivere questo articolo, date le numerose richieste di informazioni che mi sono pervenute negli ultimi due giorni, spiegando l’installazione di CHIRP e l’utilizzo del modulo python (ultima versione), per programmare la nostra radio.
Inoltre trovate le informazioni per programmare il vostro primo codeplug utilizzando i dati presi dal sito di Andrea IZ3WNH.
 
ATTENZIONE: Ricordo a chi legge questo  articolo che l’uso di questo apparato radio è autorizzato solo ai RadioamatoriQuindi non è utilizzabile dagli SWL, utilizzatori CB, utilizzatori di PMR e simili.
 
Il mio personale interesse è di capire che cosa si può riuscire fare realmente con questo apparato dopo averne aggiornato il firmware e anche utilizzando delle antenne appropriate.

Per fare tutto ciò, i Radioamatori interessati potranno seguire quanto ho indicato nel mio precedente articolo e successivamente in questo.

 

Informazioni e download del programma CHIRP

Per procedere all’installazione del programma, è necessario scaricare il file di installazione dal sito principale del progetto.
Scegliete la versione CHIRP-Next, selezionando il link Download the latest CHIRP-next build here.
Per l’utilizzo su sistemi Windows, selezionate il file Windows Installer (raccomandato per tutte le versioni Windows).
Per l’installazione nei miei PC linux, ho utilizzato il file chirp-next-20240122.tar.gz
 
 

Installazione del programma CHIRP sul sistema operativo Windows

Per questa installazione, posizionatevi con il mouse sopra il file scaricato, e con il tasto destro scegliete l’opzione Esegui come amministratore. Seguite le istruzioni di installazione e avrete terminato.

 

Installazione del programma CHIRP sul sistema operativo Linux

Sul vostro PC linux, estraete il contenuto dell’archivio chirp-next-20240122.tar.gz che avete scaricato.  Otterrete una cartella di nome chirp-20240122.
Visualizzate il contenuto della cartella da terminale, dove trovate anche il file setup.py
 
Dato che nei miei PC linux avevo già installato la versione 3.8 di Python (che utilizzo anche per altri lavori), ho utilizzato questa versione per installare CHIRP in modo permanente, utilizzando il seguente comando, da amministratore:
 
sudo python3.8 setup.py install
 
Al termine dell’installazione sarete in grado di eseguire “chirp” da qualsiasi punto del vostro sistema e avrete anche un elemento nel menu delle applicazioni della vostra distribuzione.
 

Tenete presente che potreste dover modificare i permessi sul dispositivo /dev/tty (o similari) o aggiungere gli utenti che possano utilizzare CHIRP, inserendoli nel gruppo “dialout”; questo per consentire agli utenti non privilegiati di accedere al dispositivo seriale.

Questo problema viene spesso indicato da un errore di “accesso negato”, quando l’utente accede alla porta seriale.

Controllate che l’utente che state utilizzando, abbia le autorizzazioni per utilizzare le porte seriali. Fatelo con questo comando, che aggiungerà l’autorizzazione o vi confermerà che l’utente era già stato abilitato in precedenza:
 
sudo addgroup “nome_utente” dialout
 
Altrimenti determinate la porta USB del vostro dispositivo (normalmente la prima seriale è USB0); quindi il seguente comando aggiungerà il vostro utente al gruppo corretto:
 
sudo usermod -a -G $(stat -c %G /dev/ttyUSB0) $USER
 
Tenete presente che il valore “ttyUSB0” dovrebbe essere sostituito con il dispositivo effettivo che identifica la vostra connessione alla radio e che “$USER” è una variabile di sistema che identifica il nome utente della persona che esegue il comando.
 
 

Scaricare il modulo python aggiornato per usarlo con CHIRP

Compreso nel file ZIP delle ultime versioni del firmware trovate anche il nuovo modulo per il programma CHIRP. Dopo averlo scaricato, lo potete installare nella cartella del programma, leggendo le note di installazione. Per scaricarlo, utilizzate questo link.
 
Aprite l’archivio, e all’interno troverete questi files:
 
Estraete sul vostro PC solo il modulo python, che sarebbe il file uvk5_UV_v2.9_jh10b5.py  
 
 

Caricare ed utilizzare il nuovo modulo nel programma CHIRP

Prima di installare il nuovo modulo Python nel programma CHIRP, controllate se state utilizzando l’ultima versione disponibile del programma (questa è la versione che ho installato su Windows 10 Pro). Normalmente, il programma vi avvisa della presenza di una nuova versione disponibile.

Altrimenti, se state utilizzando una versione meno recente, procedete ad aggiornarla utilizzando le informazioni che trovate nei paragrafi precedenti. 

NOTA: Su i PC con il sistema operativo linux la versione installata di CHIRP è identica, ma potrà cambiare la versione di Python e del wxWidgets.

Una volta avviata la versione aggiornata del programma (altrimenti il modulo per la radio K5 non potrà funzionare…), effettuate le seguenti operazioni (alcune, solo la prima volta):

  1. Avviate CHIRP;
  2. Abilitate la modalità sviluppatore (menu Aiuto > Modalità sviluppatore) e poi chiudete il programma;
  3. Avviate nuovamente CHIRP;
  4. Selezionate File, Carica Modulo…
  5. Caricate il modulo che avete scaricato sul vostro PC (quello presente nell’ultima versione del firmware IJV 2.9R3 del giorno 25 gennaio, il file è uvk5_IJV_v2.9_jh10b5.py );
  6. Nella cornice in alto a sinistra del programma CHIRP, visualizzerete la scritta **CHIRP Modulo caricato**

 

IMPORTANTE: Ricordatevi che il modulo realizzato per la radio K5 dovrà essere caricato ad ogni avvio di CHIRP, quando si vorrà gestire il codeplug della radio QS K5.

Utilizzo abituale del programma:

  1. Avviate CHIRP;
  2. Selezionate File, Carica Modulo…
  3. Caricate il file del modulo uvk5_IJV_v2.9_jh10b5.py );
  4. Procedete ora alla lettura del codeplug della radio (menu Radio > Scarica dalla radio…);
  5. Oppure caricate un file del codeplug della radio K5, precedentemente salvato…
  6. Per utilizzare delle frequenze fuori dalla banda radioamatoriale, dopo aver caricato un codeplug, si attiveranno delle nuove aree, affianco alla pagina delle Memorie; sono Impostazioni, Browser e Informazioni;
  7. Selezionate Impostazioni, poi dall’elenco di menu, selezionate  Informazioni sul Driver e impostate il Flag sull’opzione Limits Disable for modified firmware;
  8. e procedete a tutte le vostre modifiche, fino a salvare il file sul disco del PC;
  9. Programmate il codeplug nella radio (menu Radio > Carica sulla radio…):

 

NOTA: Il programmatore desidera ricordare che il modulo python che scaricate assieme al firmware della radio è sperimentale (per ora definitivo), e dalle ultime versioni sicuramente funziona perfettamente.
Con questo nuovo modulo, assieme alla nuova versione del programma CHIRP, si riescono ad inserire correttamente anche le variabili riguardanti le Modulazioni, con le rispettive larghezze di banda.

NOTA: Vi ricordo che il modulo CHIRP deve essere utilizzato di pari passo con quello rilasciato assieme alla versione del firmware modificato, di Fabrizio IU0IJV.

 

Creazione di un pulsante scorciatoia per caricare il codeplug sulla radio QS K5

Per caricare direttamente il modulo di Chirp preparato per il FW IJV, copiare in C:\  il file del modulo python uvk5_IJV_v2.9R5_jhl.py.

Successivamente andate nella cartella dove è installato CHIRP e con il tasto destro sul file chirpwx.exe create un collegamento.

Spostate il file di collegamento in un posto del PC a vostro piacere, ad esempio il Desktop.

Utilizzate ora il tasto destro del mouse sul file di collegamento appena creato e scegliete Proprietà; spostatevi nel Tab “Collegamento“; nella casella Destinazione aggiungete il seguente codice alla fine del testo, dopo chirpwx.exe”     –module C:\uvk5_IJV_v2.9R5_jhl.py

Fate click su Applica.

Da questo momento, ogni volta che lanceremo il comando di avvio di CHIRP utilizzando questo collegamento, il modulo per il Firmware di IJV verrà caricato automaticamente.

 

Come realizzare ed installare velocemente un codeplug per la radio analogica QS K5

Grazie all’ottimo sito di Andrea IZ3VNH (che non finirò mai di ringraziare per le sue varie realizzazioni informatiche), andrete a realizzare velocemente un codeplug che conterrà i canali radio dei sistemi analogici radioamatoriali della vostra area geografica.

Ottenimento automatizzato dei dati da inserire nei canali della radio.

Collegatevi al suo sito tramite questo link, e selezionate la Mappa.
Successivamente permettete al sistema di localizzare la vostra posizione e poi selezionate il simbolo in alto a sinistra, simile ad un imbuto (pulsante Filtro).

Nel mio caso, ho inserito i seguenti dati:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • la Regione Friuli Venezia Giulia,
  • la Tipologia solo FM,
  • Le bande di frequenza 144 e 430 MHz.,
  • e ho premuto il pulsante di Ricerca.

Arrivati a questo punto, la mappa del portale si popolerà dei dati richiesti.  Il primo passo lo avete raggiunto, ora si tratta di esportare i dati sul proprio PC.

Nella parte seguente dello stesso menu, lasciate i valori preimpostati e andate a modificare:

  • Selezione separatore decimale: Punto;
  • Selezione del modello del RTX: CHIRP – all models;
  • e selezionate il pulsante Scarica tutto.

Otterrete un file archivio, di nome Chirp.zip, che scaricherete sul vostro PC.

Sul vostro PC, estraete l’archivio appena scaricato, ottenendo diversi files.  Il file che a noi interessa, si chiama Chirp_Memories.csv, che contiene SOLO i dati dei ripetitori che sono stati selezionati precedentemente nella mappa.

Trovate anche un altro file, di nome Chirp_Memories_plus_PMR_LPD_Nautical.csv, che oltre a contenere i dati suddetti ha in più molto altri canali (come descritto nel nome del file).

Sta ora a voi scegliere quale file utilizzare con il programma CHIRP.

 

Programmazione dei dati ottenuti nella radio QS K5

Seguendo la procedura di apertura del programma CHIRP descritta nel precedente paragrafo, dopo aver caricato il modulo python per la radio QS K5, avete due modi diversi per procedere: o leggete la radio e sovrascrivete i dati presenti, oppure create un nuovo codeplug vuoto.

Scelta ed effettuata la procedura, avrete ottenuto un codeplug della radio da poter utilizzare per l’inserimento dei nuovi dati.

Attraverso il menu File, scegliete il comando Importa da file…, che vi permetterà di scegliere il file in formato .csv che avete a disposizione. Vi apparirà questo avviso del programma:

Il programma vi avvisa dei problemi eventuali a cui potreste incorrere, ma in questo caso la sovrascrittura dei dati precedenti presenti nel codeplug. è ciò che voi desiderate fare. Quindi, procedete premendo il pulsante Importa.

Ecco fatto. Ora controllate (ed eventualmente modificate i parametri dei vari canali) la presenza dei dati desiderati e poi potete procedere alla scrittura del codeplug nella vostra radio (come già descritto nel precedente paragrafo).

Dopo la scrittura, nella vostra radio troverete il nuovo codeplug perfettamente aggiornato e funzionante!

 

Il canale Telegram italiano di supporto

Oltre a tutte le informazioni che troverete nel portale e nel manuale italiano del firmware modificato (che potete scaricare dal portale), molte altre informazioni e workaround si possono trovare all’interno di questo canale Telegram italiano, dedicato al supporto, alle modifiche e all’uso di questo apparato, che può utilizzare vari firmware modificati e open source.

Per effettuare l’iscrizione a questo canale Telegram italiano potete utilizzare questo link diretto o contattarmi, sempre da Telegram.

 

Considerazioni e conclusioni

Con questo articolo prosegue questo progetto e la sperimentazione delle varie possibilità offerte da questo piccolo e semplice apparato. Ci sono sempre molte sperimentazioni da fare, su varie bande e modi, per giocare un po’ e passare allegramente il tempo con il nostro hobby. Le radio, qualsiasi esse siano!

Successivamente scriverò qualche altro articolo su questo apparato, magari spiegando qualche procedura per utilizzare delle nuove funzioni che sono ancora nascoste all’interno del nuovo firmware. Per questi articoli, utilizzerò il Tag radio QS K5, in modo da renderlo facilmente rintracciabile nel blog. Sicuramente, nelle prossime versioni di questo firmware, ci saranno altri menu e comandi da doverne spiegare il funzionamento.

Sebbene anche la trasmissione nei vari range di frequenze V-UHF commerciali e quelle destinate all’utilizzo delle varie forze dell’ordine non sia stata bloccata in questa radio, l’utilizzo in trasmissione con un’antenna disadattata provocherebbe a lungo il danneggiamento del trasmettitore.

 

Auguro a tutti voi dei sereni QSO e una buona sperimentazione con questo singolare apparato radio, con il desiderio di sentirvi presto in aria!

’73 de Paolo IV3BVK – K1BVK

Grazie per aver visitato il mio blog, lasciate un vostro commento a questo post...