Molti di noi hanno inserito sul proprio sfondo della scrivania di Ubuntu un’immagine ‘del cuore’, che più piace o che meglio rappresenta il proprio modo di essere.

Bene, come avrete già potuto notare con le foto del cosmo, c’è la possibilità di inserire e visualizzare un’intera serie di immagini (come una presentazione di diapositive, per capirci..) selezionandole in precedenza, posizionandole in una cartella ben definita e scegliendo anche i tempi del cambio immagine.

Per fare ciò, tempo fa se n’era anche discusso anche sul nostro Forum:

se parliamo di cosmos

si deve editare il file background-1.xml
presente in
usr/share/backgrounds/cosmos impostando la durata di permanenza di ogni immagine

<static>
<duration>1795.0</duration>
<file>/usr/share/backgrounds/cosmos/cloud.jpg</file>
</static>
<transition>
<duration>5.0</duration>
<from>/usr/share/backgrounds/cosmos/cloud.jpg</from>
<to>/usr/share/backgrounds/cosmos/comet.jpg</to>
</transition>

quindi, potremmo aggiungere un’ulteriore cartella in usr/share/backgrounds/ , inserirci le nostre immagini all’interno e modificare il file .xml sopra citato o crearne uno nuovo.

Il calcolo del numero della variabile duration, è rappresentato in secondi.

Oltre a questa procedura, facile e veloce per chi lavora da riga di comando, è stata creata un’applicazione che permette di fare la stessa cosa, utilizzando un’interfaccia grafica. Sto parlando di Xml slideshow crator.

Utilizzando questo semplice programma, potrete definire la posizione della cartella che conterrà le vostre immagini, i vari tempi necessari al cambio delle immagini.

Per scaricare ed utilizzare questa applicazione, trovate tutte le informazioni a questo link.

Buon divertimento

Riguardo a: paolettopn

Anticonformista, sempre_quarantenne, nato sotto il segno dell'acquario, appassionato di informatica ed elettronica sin dalla tenera età, usa software linux, open-source e oggi si diverte e lavora con le telecomunicazioni l'elettronica e l'informatica. Il resto delle informazioni lo potete trovare sul wiki della Comunità italiana di Ubuntu-it. Ciao, a presto.

Lasciate un vostro commento a questo post