Ciao Amici,

ho lasciato passare due giorni prima di scrivere questo articolo, con il quale desidero ancora ringraziare tutti coloro che si sono ricordati di me, contattandomi per gli auguri di compleanno sia qui che su i diversi social network su cui sono registrato.

Desidero scrivere poco di me in questo articolo e lasciare a tutti il testo di un famoso discorso del Generale Douglas A. Mac Arthur, personaggio americano molto noto e di grande carattere e personalità. Questa lettera la conservo da diverso tempo tra i miei documenti e vado a rileggermela spesso, sopratutto quando è necessario prendere qualche decisione importante.
Il ringraziamento a Voi l’ho scritto di seguito….

Essere giovani non è una questione d’età…

Non si diventa vecchi perché ci è piovuto addosso un certo numero di anni:
si diventa vecchi, perché si sono abbandonati i propri ideali.

Gli anni solcano la pelle; rinunciare al proprio ideale solca l’anima.
Le preoccupazioni, i dolori, i timori e la disperazione sono i nemici che, lentamente, ci piegano verso la terra e ci fanno diventare polvere prima della morte.

Giovane è colui che è capace di stupore e meraviglia.
Come il bambino insaziabile, egli si domanda: e poi?
Egli sfida gli avvenimenti e trova gioia nel gioco della vita.
Voi siete giovani, quanto lo è la vostra stessa fede.

Vecchi come il vostro dubbio.
Giovani come la vostra fiducia in voi stessi.
Giovani come la vostra speranza.
Vecchi quanto il vostro abbattimento.

Rimarrete giovani, finché vi conserverete ricettivi.
Ricettivi a ciò che è bello, buono e grande.
Ricettivi ai messaggi della natura, dell’uomo, dell’infinito.

Ringrazio quindi tutte le persone che mi sono state vicine in questi miei ‘primi cinquant’anni’, il particolar modo la mia famiglia e i miei affetti, ma anche diversi veri Amici.
Sono diversi gli amici che devo ringraziare per avermi dato una mano ad arrivare a ciò che sono oggi.
Da solo non sarei riuscito a raggiungere alcuni dei miei traguardi, soprattutto nella parte che riguarda la scienza, l’informatica e l’interazione con le persone che mi circondano.

GRAZIE Amici!

2 thoughts on “E mezzo secolo è passato, Grazie

Lasciate un vostro commento a questo post