Non so a quanti di voi, che leggete il mio blog, sarà capitato di desiderare di mantenere ‘bloccato’ uno o più pacchetti software ad una determinata versione; questo per mantenere stabile il funzionamento del PC o del/dei server di cui siete amministratori del sistema.

A volte per motivi di affidabilità o stabilità è necessario mantenere una specifica versione di un pacchetto precedentemente installato e funzionante.

Lo scopo della guida che vi vado a segnalare è proprio quello di congelare gli aggiornamenti di un pacchetto in modo da poter tranquillamente eseguire un apt-get upgrade senza aver timore di compromettere il sistema su cui avete ilpotere della supermucca.

Questi comandi avranno effetto sia quando si effettuerà l’aggiornamento da terminale (per chi lo usa abitualmente in locale e/o su sistemi in remoto…), sia con l’uso in locale con le varie interfacce grafiche di aggiornamento presenti nei vari S.O. Linux (Ubuntu, Debian, ecc..).

Seguite quanto descritto nella guida presente nel wiki di debianizzati.org

Lasciate un vostro commento a questo post