Ho acquistato in rete la radio Radioddity GD77 ad inizio anno 2020, con la quale da tempo desideravo fare diverse sperimentazioni.
La ‘colpa‘ per la realizzazione di questo articolo è tutta degli amici OM della zona 0, e precisamente quelli che frequentano i QSO serali in DMR sul TG 2230 (mannaggia a I0TOT !).

Dopo aver effettuato una veloce ricerca in rete su i soliti siti cinesi, e con meno di 80,00 EUR, ho acquistato la radio nuova (spese di spedizione comprese) che è arrivata a casa in poco più di una settimana lavorativa.

Dovete sapere che questo apparato radio, con il suo firmware originale, veniva considerato come una delle radio analogiche e DMR di tipo ‘entry-level’ sul mercato; questo era il suo livello originario, seppure sia una discreta radio bi-banda V-UHF con la possibilità di poter ampliare l’utilizzo delle frequenze oltre alle due bande radioamatoriali.

Non elenco il materiale giunto a corredo con la la radio, in quanto queste informazioni si possono comodamente già trovare in rete. Sappiate solo che l’antennone sta ancora nella sua scatola originaria.

In questo articolo vi illustrerò la ‘trasformazione’ che ognuno di noi Radioamatori sperimentatori potrà effettuare da se, in modo molto semplice ed accurato.

Dopo aver completato le modifiche, avrete in mano un nuovo apparato radio, molto più performante, che potrà ANCHE essere utilizzato come hotspot (solo in modo DMR) con i suoi 5 watt abbondanti, tramite la connessione con il suo cavo di programmazione ad un hotspot pi-star, realizzato con un comune Raspberry Pi 0 W.

IMPORTANTE: Tutte le modifiche effettuate di seguito sono state testate ed effettuate su apparati di mia proprietà e sapendo che potrebbero verificarsi degli errori irreversibili agli apparati utilizzati, in quanto modificati con software non del produttore. Declino quindi ogni responsabilità verso terzi che, per un errore o altro motivo, danneggino le proprie apparecchiature seguendo le seguenti informazioni delle mie sperimentazioni.
Essendo sperimentazione radioamatoriale, ogni Radioamatore si dovrà ritenere responsabile delle proprie azioni effettuate sui propri apparati
.
Grazie.

 

 

Installazione del software necessario

Importante: Tutte le programmazioni descritte in questo articolo, tramite i software che troverete elencati, sono state effettuate su un PC con piattaforma Microsoft Windows 7, Professional Edition

Per poter successivamente programmare la radio GD-77 e anche aggiornarne il firmware, è prima necessario scaricare ed installare il suo software, prelevandolo dal sito Radioddity download.

Scaricate il pacchetto della versione più recente del firmware (ad oggi la ver. 4.2.8 & Software ver. 3.1.9), sul vostro computer.

Successivamente installate il software GD-77 sul vostro computer, utilizzando la modalità abituale.

 

 

Programmazione del codeplug nella radio

Per la programmazione / modifica del codeplug nella radio con il firmware originale, avviare il  programma di Edizione GD-77 e procedere come previsto, ricordandovi di inserire assolutamente i vostri dati dell’ID DMR

 

 

Aggiornamento del firmware nella radio

ATTENZIONE: Ricordatevi che la radio andrà accesa in modalità aggiornamento firmware, effettuando le seguenti operazioni:

  1. connettere la radio SPENTA al cavo di programmazione;
  2. mantenere premuti i due pulsanti laterali presenti sotto il PTT della radio;
  3. accendere la radio;
  4. connettere il cavo USB al PC.

 

Per effettuare l’aggiornamento del firmware, utilizzate inizialmente il suo programma Update.exe, che trovate all’interno del pacchetto software scaricato in precedenza (all’interno della cartella 2019-12-04 GD-77 CPS & Firmware Changelog/Firmware software V4.2.8/update software/Eng v103_170830).

Avviate il programma e selezionate il file del firmware (formato .sgl) che desiderate inserire nella radio.

NOTA: Desidero ricordarvi che all’interno delle cartelle trovate il file GD-77 Update Operation.docx, nel quale sono descritte tutte le operazioni da seguire per effettuare l’aggiornamento del firmware in modo corretto.

NOTA: Per installare invece il nuovo firmware OpenGD77, che aggiungerà molte altre funzioni alla radio, procedere come indicato di seguito.

 

 

Installazione del nuovo firmware OpenGD77 nella radio

Per installare il nuovo firmware, sarà necessario prima scaricare il file dall’area GitHub.com gestita dal programmatore Roger Clark VK3KYY, visitando il sito:

oppure utilizzare il forum OpenGD77 / Development Updates, per leggere le informazioni riguardanti gli ultimi rilasci, a questo indirizzo.

Selezionare e scaricare solo il file del firmware OpenGD77_latest.sgl, per poi salvarlo in una cartella a vostro piacere.

Successivamente, per procedere all’aggiornamento del firmware, seguire le informazioni scritte nel paragrafo precedente, selezionando questa volta il file in formato .sgl appena scaricato.

Al termine della scrittura del software della radio, avuta la conferma di successo dal software, sarà sufficiente spegnere e riaccendere la radio GD-77 per vedere comparire delle nuove e diverse visualizzazioni sul display.

L’aggiornamento del nuovo firmware è completato!

NOTA: Con il firmware di Roger Clark installato, ogni volta che desidererete aggiornare / cambiare il firmware desiderato alla vostra radio lo potrete fare solo attraverso il CPS Community Edition!  (descritto di seguito)

IMPORTANTE: L’aggiornamento del firmware NON cancella il codeplug presente nella radio, MA È VIVAMENTE CONSIGLIATO procedere al backup dei propri dati PRIMA di procedere all’aggiornamento del firmware della radio.
Le impostazioni modificate nei vari menu durante l’uso del firmware precedente verranno perse e i valori ritorneranno ad essere quelli di default.

 

 

La nuova visualizzazione del display

Nel display dell’immagine superiore, trovate già visualizzato un mio canale radio programmato in precedenza sul TG 9 Slot 2 di un ripetitore di Trieste, inserito nella Zona denominata Trieste.

Trovo molto utile la visualizzazione della potenza RF impostata sulla radio (qui vediamo indicati 250 mW), selezionabile anche manualmente tramite il pulsante Funzione Blu laterale + i pulsanti SX e DX della tastiera), modificabile senza dover entrare nella gestione del canale radio programmato.

Ritengo ottima la visualizzazione della durata rimanente della batteria (in percentuale).

Con la versione del firmware OpenGD77 a66d703 del 4 febbraio, sono state implementate anche le seguenti modifiche:

Questa versione del firmware ha principalmente modificato il modo di ricerca riguardante il DMR ID / Nominativo, in modo da evitare che il processore sprechi la sua potenza di elaborazione durante la ricerca del nominativo o il nome del TG. Questo è stato raggiunto tramite l’utilizzo dei vari livelli di memorizzazione nella cache. Gran parte di questo lavoro è stato svolto da Daniel.

Ci sono altre novità importanti.
Daniel ha aggiunto una nuova opzione per la funzione di Scan, in modo da poter configurare dalle Opzioni della radio il Blocco, la Pausa o lo Stop della scansione, alla ricezione di un segnale.

Dalla versione uscita nella prima settimana di febbraio, sono stati aggiunti 2 nuovi livelli di potenza. “50mW” e “5W++”.
La funzione 5W++ applica il massimo segnale al driver del PA, e deve essere utilizzata con molta attenzione, a vostro rischio e pericolo.
In UHF le radio testate hanno fatto misurare in uscita un segnale RF attorno ai 5.7W con il driver PA spinto al massimo; in VHF (2m) la radio emetterà in uscita un segnale RF attorno ai 7.8W.

ATTENZIONE!!

RISCHIATE DI FRIGGERE LA RADIO, se non sapete
come gestire la potenza RF in modalità Hotspot
o con l’uso continuato in Alta Potenza!!!

 

NOTA: Dalla versione successiva, l’impostazione della potenza a “5W++” rimane sempre disponibile, ma l’accesso a questa opzione è stato reso volutamente più difficile da impostare.

È stato modificato anche il modo in cui il firmware calcola il valore del driver PA (numerico) richiesto per gestire i valori di potenza inferiori a 1W; è meglio così che dover utilizzare un offset con valore in negativo per ottenere il valore di  1W per gestire il drive.
Questo (1W) sembra essere un valore di potenza di uscita ottimale su molte radio testate.

Sono stati leggermente modificati anche i valori di configurazione riguardanti le potenze del drive per gestire le potenze RF di 2W, 3W e 4W, in modo da ottenere questi valori in modo più accurato.

Le altre modifiche apportate le lascio scoprire a voi, per non togliervi la sorpresa! 😉

 

 

Programmazione del codeplug nella radio con il firmware modificato

Per la programmazione / modifica del codeplug nella radio dopo aver inserito il firmware modificato, è necessario installare un nuovo programma editor del codeplug, in quanto quello originale NON riuscirà più a connettersi con la radio OpenGD77.

Scaricate il nuovo software Radioddity GD77 CPS 3.1.x Community Edition utilizzando questo link di download. Successivamente installate il software sul vostro computer, utilizzando la modalità abituale.
Su Windows 10, avviate il programma come Amministratore del PC.

Avviate il  programma GD-77 Community Edition e procedete con le configurazioni della radio, ricordandovi di inserire assolutamente i vostri dati dell’ID DMR (nel caso la radio ne sia ancora sprovvista). 

NOTA: Utilizzerete questo software anche le volte successive per aggiornare le versioni del nuovo firmware, attraverso il menu interno del programma.

 

 

Programmazione del codeplug nella radio con il firmware modificato

Per installare il nuovo firmware, sarà necessario prima scaricare il file dall’area GitHub.com gestita dal programmatore Roger Clark VK3KYY,seguendo le stesse informazioni descritte in precedenza.

Successivamente, potrete aggiornare il firmare alla radio, utilizzando il nuovo CPS Community Edition, selezionando il menu appropriato:

 

 

Utilizzo della radio con il nuovo firmware OpenGD77

I nuovi menu nei quali ho modificato le impostazioni per migliorare l’utilizzo di questo apparato radio, sono i seguenti (avendo caricato il firmware  del 16 febbraio 2020):

Language: Italiano  (di seguito i comandi in italiano)

Opzioni:

Gest. PC: On  (accettazione delle Private Call)
Beep timeout: 15 (prevviso del Time Out Time)
Limiti Banda: Off (sblocca i limiti di banda V-UHF della radio)
Volume Beep: -12 bB (abbassa il tono tastiera e degli allarmi)
DMR mic: 0 dB (ho provato i +3 dB, ma la modulazione per il mio tono di voce è eccessiva)
Tempo Filtro: 10s
Tempo Scan: 5s
Modo Scan: Hold
Squelch VHF: 25% (livello ideale)
Squelch 220: 25% (livello ideale)
Squelch UHF: 25% (livello ideale)
Auto-PTT: On (tra noi sperimentatori, questa utile opzione l’abbiamo denominata ‘PTT da comodino o a peretta’. Vedrete voi il perché…)
Hotspot: MMDVM   (questo comando abilità la modalità Hotspot automatica con il pi-star)
TA Tx: Off  (Talker Alias)

NOTA: (26feb2020) A seguito di diversi test effettuati negli ultimi giorni, utilizzando la radio OpenGD77 come hotspot, si è  potuto accertare che il miglior funzionamento continuo lo si ottiene configurando l’opzione Hotspot su BlueDV, e non su MMDVM.
Con l’opzione Hotspot impostata su MMDVM, s è notato molto spesso che la radio si sgancia dal controllo dell’hotspot pi-star, impedendo al pi-star di ricevere e trasmettere.

 

Opz. Display

Colore: Invert
Ordine: Cc/DB/TA (criterio di ricerca del nominativo del corrispondente – dalla rete DMR / dal DB interno della radio / dal Talker Alias inviato dal corrispondente)
Contatto: 2 linee
Luminosità: 60%
Min. Lum.: 1%
Contrasto: 18
Modo: Automatico
Timeout: 20s

I testi in grassetto, sono quelli che ho modificato sulla mia radio.

AGGIORNAMENTO: Il team pubblica continuamente dei nuovi aggiornamento del firmware, che correggono alcuni bug e implementa nuova funzioni.
Con mia soddisfazione hanno tolto quasi subito la modalità ‘5W++’ dalle impostazioni di potenza della radio, valutando di implementarla nuovamente a richiesta.

 

 

Utilizzo della radio GD-77 come hotspot

Per questo tipo di utilizzo, controllate innanzitutto di non lasciare al massimo la potenza RF della radio!!
Nel caso in cui la radio avesse dei cicli di trasmissione lunghi o molto ravvicinati, potrebbe andare a danneggiare il trasmettitore e a far alzare eccessivamente la temperatura di esercizio dell’apparato.

Controllate il livello di Potenza della radio e verificate che il menu della radio Opzioni: Hotspot sia configurato su MMDVM, e poi spegnete la radio.

Ad apparato radio spento, connettere il cavo di programmazione alla radio.

Connettetevi al cruscotto del vostro hotspot pi-star ed entrare nel menu di Configurazione. Nella finestra della Configurazione generale, impostare il valore del campo Tipo Radio / Modem su OpenGD77 DMR hotspot (USB).  Salvare la modifica apportata.

IMPORTANTE: Riavviate ora la pi-star, attraverso i comandi di menu: Configurazioni > Power > Reboot

Durante il riavvio connettere il cavo USB di programmazione del GD-77 al pi-star, mantenendo la radio spenta ma già connessa al cavo di programmazione.

NOTA: Dopo aver atteso che il Raspberry Pi 0 W abbia completato il suo riavvio, accendete la radio GD-77 in configurazione Hotspot.

Ritornati sulla pagina del Cruscotto del pi-star, nella finestra Radio Info ora vedrete descritta la nuova radio utilizzata:

 

Guardando sul display della radio GD-77 potrete ora vedere delle indicazioni diverse, segno che ora l’apparato è diventato l’apparato radio del vostro hotspot!

Il vostro hotspot è ora perfettamente funzionante, sulla frequenza impostata nella configurazione generale del pi-star.  La frequenza visualizzata sul display della radio è quella reale, tenuto conto delle calibrazioni inserite nella configurazione della vostra MMDVM sul pi-star.

 

 

Gestione della potenza RF della radio come hotspot

La potenza della radio viene sempre gestita dalla tastiera della radio (prima di connetterla al cavo di programmazione), tramite il tasto laterale Funzione (blu) + le frecce SX e DX della radio, offrendo diversi step di potenza: 250mW, 500mW, 750mW, 1W, 2W, 3W, 4W e 5 Watt.

Prima della connessione come hotspot, la potenza della radio può essere calibrata dalla sua tastiera. Dopo la connessione la tastier anon avrà più alcun effetto e la potenza potrà essere configurata solo tramite la configurazione interna della MMDVMHost del pi-star (vedi informazioni precedenti), modificando il parametro RFLevel (normalmente impostato al valore di 100%).

ATTENZIONE: Ricordate che il valore 100 di RFLevel corrisponde al massimo della potenza erogata dalla radio!

IMPORTANTE: Se viene apportata una modifica della potenza sul pi-star modificando il valore di RFLevel presente nella configurazione interna MMDVMHost con un valore minore di 100 (default), solo da allora il firmware della radio utilizzerà il nuovo parametro configurato all’interno della pi-star INVECE del valore di potenza impostato in precedenza sulla radio.

Impostare il valore di 99 per RFLevel può significare di avere una potenza RF di più di 5W, che NON sarà sostenibile dall’apparato radio per lungo tempo, portando al danneggiamento del trasmittitore e l’eccessivo innalzamento di temperatura dell’apparato.

Il valore di 0 dato a RFLevel spegnerà completamente il PA della radio, ma da prove effettuate si potrà comunque avere un segnale di 5 mW ricevibile da molto vicino, prodotto dal chip Tx/Rx AT-1846S del GD-77, che di fatto può essere regolarmente ricevuto.

La visualizzazione della potenza in modalità Hotspot, è solamente un calcolo approssimativo della potenza d’uscita, in quanto è una percentuale dell’uscita del driver del PA, moltiplicata per 5000mW per ottenere una misura in mW.

Comunque sappiate che l’uscita RF del PA non è lineare rispetto alla tensione del drive del PA; per questo motivo il valore visualizzato sul display non può essere accurato.

Per regolare in modo preciso la potenza RF dell’apparato per un servizio continuo come hotspot, consiglio di tarare la potenza RF tramite un wattmetro preciso e un carico fittizio, effettuando delle misurazioni per step successivi. 
In questo modo potrete ottenere il valore preciso della variabile RFLevel da inserire nella configurazione della MMDVMHost e magari realizzarvi una tabellina con i valori corrispondenti.

Valore RF Level Potenza RF in VHF Potenza RF in UHF
10 Watt Watt
20 Watt Watt
30 Watt Watt
40 Watt Watt
50 Watt Watt
60 Watt Watt
70 Watt Watt
80 Watt Watt
90 Watt Watt
100 Watt Watt

 

 

Disconnessione temporanea del cavo di programmazione durante l’Hotspot mode

ATTENZIONE: Ad ogni disconnessione del cavo di programmazione tra la radio e il pi-star, sarà necessario riavviare il pi-star per far rientrare la radio nuovamente in modalità hotspot MMDVM.

 

 

Visualizzazione dell’indirizzo IP dell’hotspot sul display della radio

Questa è una piccola chicca, che rendiamo disponibile a chi desidera applicare anche questa modifica per visualizzare l’indirizzo IP di connessione del Raspberry Pi alla rete dati sul display della radio.
Lo abbiamo chiamato ‘CAST mode‘.

NOTA: Questa funzione è stata testata positivamente solo sulla versione stabile 4.1.0  e 4.1.0 RC6 del software pi-star, installate sulla piattaforma Raspberry Pi 3 B+.

NOTA: Questa funzione non ha MAI funzionato con la versione 3.4.17 installata sul RPi 0 W, ma potete installarci tranquillamente la versione 4.1.0 RC7, verificando di avere un Rpi 0 W, versione 1.1 (512 MB). 

È necessario connettere il proprio pi-star e visualizzare la pagina di modifica dei dati della parte MMDVM dell’hotspot.
Selezionare Configurazioni -> Expert -> MMDVMHost (quick edit)

Nel pannello General, modificare il campo Display inserendo la variabile CAST.

e salvare la modifica effettuata.

 

Sul display della radio GD-77 ora apparirà l’indirizzo IP di connessione alla rete, del vostro Raspberry Pi.

 

 

Il forum di riferimento OpenGD77

Non meno importante è il forum di riferimento di questo progetto (OpenGD77.com), dove siamo davvero in tanti OM a proporre modifiche, fare da beta tester ai nuovi firmware, segnalare malfunzionamenti riscontrati durante il funzionamento con i nuovi firmware, e altro ancora.

Invito tutti voi a farne parte, in modo da avere più informazioni e consigli per migliorare ancora il funzionamento della ‘piccolina Radioddity GD77’, divenuta ora una ‘performante OpenGD77’.

Nel area del forum ‘Development updates‘ troverete sempre le informazioni riguardanti le uscite delle ultime versioni del firmware.

 

 

Conclusione

Dentro a questo firmware ci sono molti altre interessanti novità, che lascio a voi provare e sperimentare. Vi auguro una buona e continua sperimentazione, dato che con questa radio i miglioramenti al firmware sono quasi bimensili…

’73 de Paolo IV3BVK

 

13 opinioni su “Modifiche alla Radioddity GD 77 con il firmware OpenGD77 e utilizzo come hotspot

  1. Bellissimo articolo ben spiegato in tutte le sue parti grazie per il vostro impegno nel migliorare sempre il firmware di questo piccolo gioiellino.

      1. Ciao Paolo grazie a te scusa se mi permetto di chiederti un consiglio il mio GD77 e gia programmato posso solo aggiornare il firmiware, non si cancella niente, altra domanda ho letto in questo articolo che consigli di fare un backup puoi dirmi come farlo grazie.
        73 ik1mhm Francesco

        1. Ciao Francesco IK1MHM,
          ti confermo che aggiornando il firmware del OpenGD77 non perderai nessun dato del codeplug, ma potrebbero resettarsi le opzioni della radio, quelle impostate dal menu (Display, Lingua, Opzioni generali, ecc.).
          Per “backup dei dati”, consiglio sempre di avere il file di codeplug di configurazione della radio, salvato su una cartella a parte nel PC con cui si usa il programma, in modo da poter avere sempre sotto mano i dati del codeplug, da reinserire nella radio in caso si dovesse procedere ad un “hard reset” occasionale della radio.

          ’73 de Paolo IV3BVK

          1. Ciao Paolo scusami ancora se ti disturbo noto in modo VFO sul Display compare vicino a FMN CR non sono riuscito aa capire cosè,potresti per favore dirmi tu di cosa si tratta? grazie.
            73 Francesco IK1MHM

          2. Ciao Francesco,
            FMN = modo FM Narrow quindi Analogico
            CR = Hai abilitato un Tono Sub Audio in Ricezione
            CT = Hai abilitato un Tono Sub Audio in Trasmissione
            CTR = Hai abilitato un Tono Sub Audio in Ricezione e Trasmissione

            Mi è bastato fare due prove con uno dei due VFO, portandolo in Analogico e poi giocando con i vari settaggi che trovi nel menu ‘Dettagli canale’ della radio, restando in modalità VFO.

            A presto rileggerti, buon pomeriggio.
            ’73 de Paolo IV3BVK

    1. Ciao
      Grazie del nuovo firmware.
      Lho installato ed è molto meglio dell’originale.
      Una domanda, puo essere che con questa versione non funzioni più la trasmissione dmr su ripetitori vhf, in uhf tutto bene ma in vhf non va in trasmissione.
      Grazie

      1. Ciao Paolo IU2UO,
        si, in effetti il firmware scritto e modificato dal team di Roger Clark è tutta un’altra cosa, in positivo.
        Io installo sul mio OpenGD77 SOLO le versioni ‘stabili’, quindi ad oggi quella del 1 agosto 2020.

        Non mi risultano problemi di trasmissione; se nel tuo caso perdurano i problemi;
        1. controlla il tuo codeplug e correggilo.
        2. Se non risolvi, fai il reset della radio e ricarica il firmware.
        Buone prove.

        ’73 de Paolo IV3BVK

        1. grazie per la risposta
          visto che sei così disponibile dove trovo al versione da te citata??
          in questo modo parto da un firmware “stabile”.
          grazie
          IU2LUO Paolo

          1. Ciao Paolo IU2LUO,
            il firmware viene scelto automaticamente dal CPS del OpenGD77 (programma per la scrittura del codeplug).
            Se vai a vedere nel menu delle Opzioni, vedrai che troverai il Firmware update.
            Da li scegli la versione stabile, che ad oggi è quella del 1 agosto.
            Predisponi la radio per l’aggiornamento firmware e poi riavvia al termine dell’aggiornamento. Il gioco è fatto!

            ’73 de Paolo IV3BVK

  2. Ciao Paolo, il nuovo firmware è davvero completo. Una sola cosa non riesco più a fare: lo scan completo dei canali in analogico, senza impostare una zona. Tu sai dirmi come fare? Grazie

    1. Ciao Francesco,
      si, gli ultimi firmware sono davvero completi, così come il software CPS che ora permette direttamente sia di aggiornare il firmware che aggiornare il database ID DMR in modo semplice e veloce.

      Per le scansioni, DMR o analogiche che siano, si deve utilizzare il pulsante arancione superiore, impostando i due limiti MIN / MAX della scansione del VFO. Successivamente si procede alla scansione. Troverai tutte le informazioni dettagliate anche in rete.

      Non confonderti tra le impostazioni dei canali digitali e quelli analogici, vedrai sul codeplug che certe impostazioni per i canali analogici non sono attivabili.

      Buon divertimento con la radio OpenGD77.
      ’73 de Paolo IV3BVK

Rispondi a Francesco Toscano Annulla risposta