Desiderando sperimentare anche il modo di trasmissione digitale D-Star, ho desiderato scrivere questo articolo prendendo spunto dai miei precedenti articoli presenti in questo blog.

L’idea rimane quella di utilizzare il vostro hotspot Pi-Star, realizzato su Raspberry Pi 3 con scheda MMDVM dual hat, assieme alla vostra radio D-Star preferita, per connettervi ad un sistema XRF desiderato.

 

 

Cosa vi serve

Per essere subito chiari, per realizzare quanto scritto di seguito è necessario utilizzare un’interfaccia radio MMDVM installata su un dispositivo pi-star.  Se utilizzate un sistema come l’OpenSpot, quanto troverete indicato NON potrà esservi d’aiuto.
Comprendo il disappunto di quanti utilizzano un hotspot tipo OpenSpot, ma non avendone uno a disposizione non mi è stato possibile realizzare un How To per quella interfaccia specifica.

 

 

L’apparato radio in test

In questi giorni mi è stato prestato un apparato portatile Icom ID-51E Plus, appartenente alla squadra di Protezione Civile ARI RE della Sezione di Pordenone; l’ho avuto in prestito per poterlo testare ed eventualmente riconfigurare al meglio.
È un apparato radio bibanda, FM, D-Star, con GPS entro contenuto, speech monitor,  e molte opzioni configurabili ad hoc.

 

 

Come procedere all’attivazione

Il modo per configurare il vostro HotSpot D-Star è molto semplice, e lo tratteremo qui di seguito. Vi spiegherò come procedere anche per effettuare la prima configurazione sull’apparato radio, ma le trovate già ben descritte in questo piccolo prontuario d’uso D-Star dell’apparato, in lingua italiana.

Iniziamo con questa spiegazione con la speranza di ascoltarvi quanto prima sui vari Reflector italiani multi protocollo.

Aprite la dashboard del vostro nodo pi-star che desiderate configurare. Selezionate il menu Configuration ed effettuate il login
(User ID: pi-star Password: raspberry).
NOTA: Tutti i comandi della dashboard pi-star che elencherò sono in inglese, dato che li preferisco a quelli in lingua italiana.

 

Una volta entrati, sarete nella pagina principale di configurazione del Pi-Star. Scendete verso la sezione MMDVMHost Configuration. Abilitate il modo D-STAR, come indicato nell’immagine seguente.
(non fate caso ai miei valori di HangTime personalizzati, che ho impostati ad hoc per vari motivi…).

A questo punto applicate le modifiche, selezionando il pulsante Apply Changes che salverà le vostre modifiche, attiverà la modalità D-Star del nodo e vi farà ritornare in questa pagina di configurazione principale.

 

Scendete ora nella sezione D-STAR Configuration della stessa pagina.

Controllate / impostate il vostro nominativo e selezionate B come valore di RPT1 Callsign. È il primo parametro di selezione che trovate nella finestra.
Una volta impostato il valore, inserite la password per l’accesso remoto al ircDDBGateway (nel mio caso ho inserito raspberry).

Successivamente scegliete il Default Reflector D-Star a cui desiderate connettere direttamente il vostro nodo pi-star.
Nel mio caso, ho selezionato il Reflector XRF706 G, che mi connetterà direttamente al sistema Multi Protocollo del Lazio  (DMR TG 2230).

Effettuate le successive impostazioni di ircDDBGateway Language e attivato Use DPlus for XRF come in figura, premete il pulsante Apply Changes per salvare la vostra configurazione e ritornare a questa pagina di configurazione.

NOTA: Anche apportando queste modifiche, sappiate che la precedente configurazione del pannello DMR Configuration resterà invariata!
 

ATTENZIONE: Una volta salvate le modifiche, sarà necessario aggiornare l’hotspot Pi-Star. Fatelo semplicemente selezionando l’opzione Update che trovate presente nel Menu superiore. Una volta terminato l’aggiornamento, avrete terminato definitivamente la configurazione del modo D-Star del vostro hotspot.

Questa era l’ultima delle operazioni da effettuare sul vostro sistema pi-star.
Da ora, il vostro nodo D-Star è già al lavoro!

 

 

Controllo del funzionamento del nodo

Se tutto è andato a buon fine, potrete vedere la modalità D-Star già attiva nella dashboard del vostro HotSpot.

Come potete osservare, ora nel pannello Modes Enabled compare anche il funzionamento del modo D-Star, che risulta correttamente connesso (colore verde).
Anche nel pannello Network Status, sono visualizzati ambedue i modi digitali, correttamente funzionanti (colore verde).

Dalla attivazione precedente, viene ora visualizzato anche il pannello D-Star Repeater, dove potrete leggere la corretta configurazione del mio ripetitore (Raspberry Pi 3 con scheda MMDVM Dual Hat):

  • RPT1  IV3BVK B
  • RPT2  IV3BVK G
  • la connessione al Reflector XRF706 G con il sistema DPlus attivo

 

 

Registrazione obbligatoria del nominativo nella rete internazionale D-Star ICOM

Per procedere alla registrazione, una tantum e per sempre, del vostro nominativo in rete D-Star ICOM, la regola d’oro sarebbe quella di effettuare la registrazione sul Gateway a voi fisicamente più vicino, presente nella vostra Regione.

Per operare in modo completo (call routing, traffico Digital Data, ecc.) in rete D-Star è obbligatorio che ogni utente sia registrato presso il server centrale di US-TRUST; è importante che insieme al nominativo principale vengano registrati anche tutti gli altri terminali che vi dovessero servire in base ai vari usi (Hot Spot, DVDongle, ecc).

ATTENZIONE: A tal proposito è importante che la registrazione sia UNA ed UNA SOLA su un UNICO Gateway ICOM, in modo che sul server di US-TRUST non si creino situazioni di registrazioni multiple

Pertanto prima di procedere ad una registrazione, è importante che ogni richiedente verifichi che il proprio nominativo (con relativi terminali) non risulti già registrato presso altro Gateway della rete D-STAR ICOM, controllando i propri dati attraverso uno di questi siti:

oppure, su:

 

La registrazione è OBBLIGATORIA ed è particolarmente importante che sia stata completata, in modo da transitare correttamente sulla rete D-Star verso tutti i vari sistemi radio multi protocollo.
Tale precauzione è stata resa necessaria per garantire un uso corretto della rete e proteggere gli utenti stessi da ogni forma di abuso o situazione spiacevole.

A tal proposito, solo per coloro che non fossero già registrati su US-TRUST, gli amici Radioamatori del Gruppo Radio Firenze hanno predisposto un FORM con il quale fornire facilmente i propri dati affinché il “Team D-STAR GRF” possa procedere in modo rapido e preciso alla registrazione di base dell’utente, abilitandolo a livello mondiale.
Essa comprenderà il nominativo principale ed un numero standard di terminali predefiniti, sulla base delle esigenze più comuni segnalate nel modulo di richiesta; è comunque possibile contattare il Gruppo per poter aggiungere o rimuovere i terminali voluti in base alle proprie esigenze.

 

NOTA: Rimango comunque a vostra disposizione per ulteriori informazioni di dettaglio al riguardo.

 

 

Impostazioni del codeplug della radio D-STAR ID-51, tramite il menu della radio

L’ultima cosa rimasta da fare è quella di configurare alcune impostazioni presenti nel codeplug della vostra radio. Questo è uno degli scopi secondari di questo articolo, ma è necessario effettuarlo provvedendo ad aggiornare pochi parametri del codeplug della radio con i vostri dati (se non lo avevate già fatto in precedenza).

Per l’uso diretto del modo D-Star, vi invito a leggere il breve manualetto dell’apparato radio Icom ID-51E, in lingua italiana, che trovate disponibile in questo sito.

Seguendo con attenzione le indicazioni scritte da pag. 2 a pag. 4 del manuale, riuscirete a configurare facilmente i vostri dati personali nella radio. Imposterete sia i dati del vostro nominativo di chiamata ed anche la nota testo da far comparire dopo il vostro nominativo.

 

 

Preparazione del canale radio per l’uso con l’hotspot

Per quanto riguarda l’utilizzo della radio Icom ID-51E con il vostro nodo, è necessario seguire le seguenti informazioni, che non trovate descritte nel precedente manualetto italiano e dovranno essere lette utilizzando il manuale Icom originale, multilingua, che potete scaricare a questo link.

Dovrete procedere con la creazione di un nuovo canale radio DV che vi connetta al vostro pi-star. Per fare ciò, sarà sufficiente impostare la radio in modalità VFO ed inserire la frequenza di ricezione del nodo, per poi impostarne (nel nostro caso) l’opportuno shift di frequenza tra la Ricezione e la Trasmissione. (vedi da pag. 246 in poi, del manuale multilingua).
NOTA: Nel mio caso utilizzo un piccolo ripetitore, ma è possibile utilizzare un semplice nodo pi-star, in isofrequenza.

Una volta completate le impostazioni del canale radio, salvate in memoria il canale così definito, seguendo le indicazioni presenti nel manuale.

 

 

Prima trasmissione verso l’hotspot

ATTENZIONE: Ricordatevi sempre di non utilizzare l’apparato radio portatile in trasmissione vicino all’hotspot, altrimenti potreste danneggiare / desensibilizzare il ricevitore del nodo.

Avendo la radio impostata sul canale appositamente creato con le frequenze del vostro nodo D-Star, mantenete premuto il pulsante CS della radio, per qualche secondo. 
Vi apparirà il menu CALL SIGN, che nel mio caso ha i seguenti dati:

CALL SIGN
UR: CQCQCQ
R1: IV3BVK B
R2: IV3BVK G
MY: IV3BVK  /ID51

Nel caso in cui il valore del vostro campo UR sia diverso, potrete modificarlo velocemente premendo il pulsante centrale della radio (quello che si illumina), per poi selezionare la voce CQCQCQ e premere nuovamente lo stesso pulsante centrale, per confermare la selezione.

Siamo giunti al meritato traguardo; ora, sarà sufficiente premere per un secondo il pulsante PTT della radio per connettervi al vostro nodo D-Star ed essere collegati con il Reflector XRF706 G (azione che vi verrà anche confermata dalla voce digitale della radio).

Se tutto sta funzionato a dovere, trasmettendo di seguito su questo canale radio, il vostro segnale verrà instradato dal pi-star sul Reflector XRF706 G e di conseguenza verrà ricevuto dal Multi Protocollo Lazio in D-Star, che lo distribuirà in DMR sul TG 2230. Allo stesso modo riceverete sull’apparato Icom ID-51E tutto il traffico proveniente da quel preciso Reflector.

 

 

Spostamento tra i vari Reflector con i comandi DTMF dalla radio

Dopo aver effettuato le prime prove avendo connesso il pistar al XRF706 G, successivamente ho spostato la connessione sul Reflector XRF039 R.

Ora, tramite i comandi DTMF disponibili nella radio Icom ID-51 esiste la possibilità di spostarsi rapidamente tra i vari Reflector desiderati.

Come fare? È molto semplice. È necessario inserire dei codici DTMF nelle memorie personalizzare della radio, così come indicato in questo vecchio articolo presente sul sito del GRF.
Sarà sufficiente sostituire il numero del Reflector desiderato, seguendo le indicazioni presenti in quella liste esplicativa.

Il menu dove inserire i dati nelle varie posizioni di memoria si trova in:
MENU > DTMF / T-CALL > DTMF Memory   con le posizioni da d0 a d#

Partendo dal fatto che ora l’hotspot è puntato di default sul XLX039 modulo R (DMR TG 2241), le memorie che ho impostato per spostarmi, sono:

d0: **           (due asterischi, codice che riporta l’hotspot al Reflector di default)
d1: B03907  Connessione al modulo G del XLX039, corrispondente al TG DMR 2230 MP Lazio di BM
d2: B03902  Connessione al modulo B del XLX039, corrispondente al TG DMR 22292 nazionale DMR+ 
d3: B03904  Connessione al modulo D del XLX039, corrispondente alla rete D-Star Italia  
d4: B03914  Connessione ala modulo N del XLX039, corrispondente al TG DMR 2237 MP FVG di BM

… e così via, a proprio piacere!

Per il loro utilizzo, ritroverete questa lista di codici nello stesso menu su indicato. Vi posizionerete sopra alla memoria da utilizzare e premerete il pulsante PTT. Semplice, no?

 

 

Conclusioni

Non è per nulla difficile utilizzare la vostra radio D-Star per parlare su un Network D-Star, che sia via nodo o via ripetitore. Con alcuni semplici passi riuscirete a farlo in breve tempo. In questo articolo HowTo vi ho suggerito come configurare velocemente il vostro nodo, ma ci sono ancora molti test da poter fare tra il pi-star e un apparato radio in modalità D-Star.
Spero che questo possa avviarvi a fare QSO sui vari Reflector presenti in rete.

Grazie per aver letto questo articolo sin qui; vi attendo volentieri per fare quattro chiacchiere in radio, magari sul Multi Protocollo Lazio, dove sono abbastanza presente e di casa.

’73 de Paolo – IV3BVK – K1BVK

 

Grazie per aver visitato questo blog, lasciate un vostro commento a questo post...