Diversi giorni fa ho desiderato cambiare il mio piano telefonico mobile sul mio smartphone OnePlus 2, passando da Iliad verso HO. Il motivo principale è stato che “il francese” non mi permetteva determinate configurazioni remote con il protocollo UDP, cosa che invece HO gestisce molto bene.

La procedura di passaggio e portabilità del numero è stata velocissima e precisa, e la connessione ad Internet è sempre buona e veloce.

Tutto bene, quindi? SI, fino a quando non ho desiderato attivare l’Hotspot Access Point (AP) dello smartphone, per connettere i miei vari PC portatili ed altri sistemi via WiFi.
La connessione tra smartphone e PC avviene regolarmente tramite il servizio in DHCP, configurando lo smartphone in rete 192.168.1.43.1 (famiglia di rete abituale per i servizi in AP telefonico), e le utenze come 192.168.43.XX (IP di utenza a piacere…). Il problema è che non si riusciva a fare traffico Internet tra PC e AP, benché la connessione WiFi tra PC e smartphone fosse ottimale (facilmente visualizzabile con un ping 192.168.43.1, dal PC).

Normalmente, seguendo le varie informazioni presenti sul sito di assistenza di HO, si riesce facilmente a risolvere anche questo tipo di problematica, ma nel mio caso è stato un po’ più complicato. Tant’è che ho deciso di scrivere questo articolo esplicativo, che possa essere d’aiuto ad altri “utenti smanettoni”.

Di seguito, vi spiego come procedere e come ha funzionato nel mio caso particolare.

 

AGGIORNAMENTO DEL 21 AGOSTO 2021

Dopo aver effettuato lo sblocco dello smartphone con la procedura  sotto descritta già in data 20 agosto, il personale tecnico di HO mi ha ricontattato oggi. Ho riconfigurato l’APN con le loro impostazioni standard, e ora sia il traffico Internet da smartphone che da Access Point, sono ritornati a funzionare regolarmente.

 

Configurazione dell’APN  HO

Leggendo varie pagine su diversi siti presenti in rete, esterni ad HO, mi sono documentato su come funzioni una configurazione telefonica APN (Nome del Punto di Accesso).
Unendo le varie informazioni, ho impostato l’APN HO sul mio Oneplus2 nel modo seguente.
Effettivamente il mio è un telefono ‘per smanettoni’, ma con un po’ di pazienza e diverse prove si riesce sempre ad arrivare a un buon risultato. Infatti, ora la connessione AP – PC, funziona benissimo! 

 

 

 

 

Sul telefono, arrivando al menu di configurazione dell’APN tramite i menu:
Impostazioni > SIM e rete > SIM 1 > Nomi punti di accesso troverete un Punto di accesso (o ne creerete un nuovo), inserendo i seguenti valori:

nome: internet.ho-mobile.it

apn: internet.ho-mobile.it

mcc: 222

mnc: 10

tipo APN: default,supl,dun

Protocollo APN: IPv4/IPv6

Protocollo roaming: IPv4/IPv6

Tipo MVNO: GID

Valore MVNO: 20

Gli altri valori presenti nella configurazione, rimangono identici a come li trovate.

Salvata la configurazione tramite il pulsante che trovate in alto a destra della finestra di configurazione, noterete che il servizio 4G del telefono si riavvierà immediatamente caricando i nuovi parametri assegnati.

 

Per risolvere il problema del mancato traffico Internet quando uso lo smartphone come Access Point, (che è stato anche elencato nella pagina di configurazione APN per utenti esperti di HO.fficina…), io ho effettuato quanto segue.

Replico qui solo una parte del loro testo di quanto hanno indicato, dato che ho utilizzato un PC linux per la procedura di sblocco dell’AP, anziché un PC con S.O. Windows.

 

 

Ulteriore configurazione APN suggerita dai tecnici di rete HO

La sera del 20 agosto, alle ore 20:00, ero stato contattato la prima volta dal personale tecnici di Ho, che mi hanno suggerito la seguente configurazione, da utilizzare sul mio smartphone OnePlus 2.
Sinceramente, hanno un servizio di  assistenza davvero rapido e molto accurato!

Create un nuovo profilo APN, e inserite:

nome: web.ho-mobile.it

apn: web.ho-mobile.it

mcc: 222

mnc: 10

tipo APN: default,supl,dun

Protocollo APN: IPv4/IPv6

Protocollo roaming: IPv4/IPv6

Tipo MVNO: SPN

valore MVNO: ho.

 

Con l’inserimento di questi dati in una nuova configurazione APN, tutto funziona perfettamente; sia per la navigazione Internet dello smartphone, sia per la navigazione con PC via AP.

NOTA: Credo comunque che lo sblocco della navigazione via AP del mio smartphone, sia dovuta alla seguente procedura con ADB, che ho effettuato inizialmente sul mio dispositivo tramite un PC linux.

 

 

 

Configurazione avanzata su PC con il servizio ADB via USB

Se dopo aver aggiornato le impostazioni APN nel telefono non siete ancora riusciti condividere Internet in tethering con altri dispositivi, seguite passo passo questa procedura di configurazione.

NOTA: La seguente procedura è dedicata a coloro che hanno un po’ di esperienza con l’uso specifico del PC e dei comandi di terminale a riga di comando di linux.

 

Verifica di questi prerequisiti sul vostro smartphone

Il primo passo sarà quello di abilitare l’opzione sviluppatore sul vostro telefono. Per farlo:

  • Accedete alle Impostazioni 
  • Selezionate la voce Info sul dispositivo. Dovrebbe essere l’ultima voce dell’elenco.
  • Toccate sette volte la voce Versione build oppure Numero build. Dovrebbe apparire a video il messaggio Ora sei a pochi passi da essere uno sviluppatore!
  • Continuate a premere la voce Versione build fino a veder apparire a video il messaggio Ora sei uno sviluppatore!
  • Ritornate al pannello Impostazioni e selezionate la voce Opzioni sviluppatoreLa voce Opzioni sviluppatore dovrebbe essere sopra la voce Info sul dispositivo. Ora abilitate la voce Debug USB, e (se avete l’opzione), abilitate Installa tramite USB .
  • Andate nelle Impostazioni di Sicurezza e verificate se esiste la voce Debug USB. Se presente abilitate Debug USB

 

 

Installazione di ADB (Android Developer Debug) sul vostro PC linux

  • Da terminale, eseguite la seguente riga di comando:
    sudo apt install android-tools-adb
    (questo software installerà automaticamente anche l’SDK Platform-Tools per linux)

 

 

 

 

Collegate lo smartphone al PC con il cavo USB

  • ADB, una volta installato, avrà fatto avviare automaticamente il suo server dedicato (adb-server).
  • Digitate ora nel terminale il comando:
    adb devices e premete invio.
    Fate attenzione a inserire il comando esattamente come riportato!
  • Se il telefono è collegato e visibile, apparirà in risposta al comando un numero sotto list devices, che conferma la presenza del telefono connesso.
    Sul telefono comparirà un messaggio che vi chiederà di accettare il fingerprint del PC. Se compare, cliccate su Accetta, per confermare.
    Se non riuscite ad eseguire il comando, ricordatevi di verificare che il telefono sia sbloccato.
  • Digitate ora il comando adb shell e premete invio.
    Il codice di identità del terminale cambierà in questo modo:
    shell@[nome telefono]:/ $
  • Accanto al codice shell@[nome telefono]:/ $ digitate il comando: settings get global tether_dun_required e premete invio.
    Con il comando “get” il programma legge il paramentro dun nel telefono, parametro che vi permette di utilizzare l’hotspot. Se la risposta è null o 1 l’utilizzo del parametro dun è disabilitato (ecco il motivo per il quale l’hotspot non funziona!).
  • Per abilitare l’hotspot inserite il comando: settings put global tether_dun_required 0    (è il carattere zero)
    ATTENZIONE: Se avete un codice di sicurezza sul telefono, assicuratevi anticipatamente che il telefono sia sbloccato,  e poi premi invio.
    Con il comando “put” modificherete il parametro dun, in modo da abilitare il telefono all’utilizzo dell’hotspot.
  • Per essere sicuri che il cambio del parametro dun sia avvenuto correttamente, digitate il comando: settings get global tether_dun_required e premete invio.
    A questo punto la risposta sarà 0 (zero). Ora il parametro e’ configurato correttamente. 

 

Per terminare il procedimento:

  • digitate exit e premete invio;
  • poi digitate adb kill-server e premete invio;
  • ed infine digitate exit per chiudere la finestra di terminale.

 

Riavviate il vostro smartphone per iniziare a condividere i dati della vostra SIM HO.

 

 

Rimozione del servizio ADB dal vostro PC linux

  • Sempre da terminale, eseguite la seguente riga di comando:
    sudo apt remove android-tools-adb
    (questo software rimuoverà automaticamente anche l’SDK Platform-Tools per linux)

 

Sperando di essere stato semplice ma efficace nell’esposizione della procedura, auguro a tutti buon divertimento con il software libero.

Paolettopn

Grazie per aver visitato questo blog, lasciate un vostro commento a questo post...