Attraverso questo articolo desidero aiutare tutti i Radioamatori, anche quelli che sicuramente già conoscono le varie procedure e configurazioni di base da effettuare nel proprio hotspot pi-star, che sono diventati esperti anche grazie ai vari articoli presenti in rete e pubblicati in questo sito.

In questo articolo, vi spiegherò come effettuare delle connessioni e disconnessioni programmate attraverso il software pi-star, verso un Reflector specifico.

Questa possibilità può diventare molto utile nel caso in cui il sistema pi-star venga utilizzato in un ponte ripetitore digitale remoto.

Il sistema pi-star, che sia stato installato su un Rpi versione 0, 2, 3 o 4, è sempre un microcomputer in cui gira il software Raspbian (Debian, linux). Per tanto, utilizzeremo i comodi comandi di sistema del servizio crontab, per gestire tutti i vari eventi temporizzati.
Nel software pi-star, i comandi crontab sono facilmente gestibili anche tramite una pagina web, visualizzabile dall’apposito menu Expert.


ATTENZIONE: Nel caso in cui il sistema pi-star utilizzi già la configurazione di connessione multi nodo descritta ne precedenti articoli (DMR Gateway e configurazione di 4 reti e 2 flussi, simplex & duplex), l’utilizzo della seguente configurazione potrebbe andare in conflitto con la sola configurazione del XLX Reflector, impostata nella configurazione del DMR Gateway.

In questo caso, contattatemi direttamente per trovare la soluzione più appropriata e corretta per il vostro sistema.


 

I comandi preesistenti di aggiornamento automatico del sistema pi-star

Non tutti sanno che, ciclicamente nelle 24 ore e di notte, vengono avviati una serie di aggiornamenti automatici mentre il sistema rimane acceso e connesso ad internet, aggiornando i vari file binari di funzionamento della parte radio (MMDVMHost e DStarRepeater), i vari gateway (DMRGateway, ircDDBGateway, ecc., gli hostfile e la dashboard).
Tutto questo avviene attraverso degli appositi comandi standard che utilizzano il servizio cron; comandi presenti nel sistema operativo Raspbian e nel software pi-star.

 

 

Aggiungere un comando automatico all’hotspot pi-star

Connettendosi al proprio sistema pi-star (simplex o duplex che sia…), dal menu Configuration, selezionate il menu Expert e poi System Cron.
Visualizzerete la pagina di configurazione dei comandi crontab, ovvero i comandi a tempo che il vostro hotspot esegue ciclicamente.

Eccovene un esempio:

# /etc/crontab: system-wide crontab
# Unlike any other crontab you don’t have to run the `crontab’
# command to install the new version when you edit this file
# and files in /etc/cron.d. These files also have username fields,
# that none of the other crontabs do.

SHELL=/bin/sh
PATH=/usr/local/sbin:/usr/local/bin:/sbin:/bin:/usr/sbin:/usr/bin
MAILTO=””

# m h dom mon dow user command
*/5 * * * * root /usr/local/sbin/pistar-upnp.service start > /dev/null 2>&1 &
17 * * * * root cd / && run-parts –report /etc/cron.hourly
24 4 * * * root mount -o remount,rw / && cd / && run-parts –report /etc/cron.daily
47 3 * * 7 root mount -o remount,rw / && cd / && run-parts –report /etc/cron.weekly
52 3 1 * * root mount -o remount,rw / && cd / && run-parts –report /etc/cron.monthly

 
Per conoscere l’esatta compilazione dei comandi crontab, prendete spunto dalle indicazioni che trovate in  questa pagina. (Wikipedia)
 
NOTA: Il testo anticipato dal carattere cancelletto  , viene visto solo come un testo di commento e non come un comando da eseguire.
 
Solo per farvi un esempio su come viene editata la parte iniziale del comando cron, utilizzando la riga:
17 * * * * root cd / && run-parts –report /etc/cron.hourly
 

significa che i comandi e lo script di sistema “cron.hourly” viene eseguito dal sistema (root) ogni ora, al 17° minuto, tutti i giorni dell’anno.

 

 

Aggiunta di un comando di connessione e disconnessione a tempo ad un Reflector specifico

I comandi manuali da terminale, di connessione e disconnessione, sono molto semplici da inviare; devono essere sempre inviati come utente amministratore, come di seguito descritto:

  • Connessione al Reflector XLX001C:  sudo pistar-link ref001_c
  • Disconnessione dal Reflector:  sudo pistar-unlink

Ma questo ovviamente non fa al caso nostro, in quanto lo avremmo potuto fare anche inviando dei comandi dalla radio (vedi i precedenti articoli sul DMR Gateway i sistemi multi rete e nodi…), ma non è autonoma, come invece desiderate che lo sia.
Di seguito vi spiego come effettuare una programmazione automatica, a tempo, del sistema.

Per spiegare con un esempio pratico, guardate e provate ad aggiungere le seguenti righe, in coda (subito sotto..) a quelle già presenti nella pagina di configurazione del System Cron.
Il Reflector utilizzato è uno dei tanti a cui sono connessi i miei nodi All Star Link, e che utilizzo spesso anche attraverso uno dei miei hotspot DMR.

Per impostare una connessione a tempo al Reflector XRF718D, amministrato da Mauro IU0NDT, ogni domenica dalle 18:00 alle ore 20:00 (ora del fuso orario che avete impostato sul vostro pi-star),  quindi con una durata specifica di 120 minuti, nel file crontab sopra menzionato dovrete aggiungere queste due righe:

# Reflector XLX718 D al Nodo 515930 – IU0NDT N3tW0rK-Hub >SVXLINK Roma IT
00 18 * * 0 /usr/local/sbin/pistar-link xrf718_d && sleep 7200 && /usr/local/sbin/pistar-unlink

 

NOTA: La variabile sleep viene inserita come pausa, conteggiando il suo valore in secondi.
Al termine del tempo stabilito dalla variabile sleep, l’hotspot si disconnetterà dal Reflector, tramite l’apposito comando.

Se utilizzate un terminale linux, il comando “man 5 crontab” è uno strumento molto utile per comprendere i dettagli del file crontab.

 

 

Conclusione

Per tutte le informazioni riguardanti questa ed altre procedure automatizzate del pi-star, scrivetemi una mail o utilizzate il modulo di contatto presente in questo sito.

Rimanendo a vostra disposizione per ulteriori informazioni e dettagli su questo argomento, auguro buone sperimentazioni digitali a tutti voi Radioamatori.

’73 de Paolo – IV3BVK (K1BVK)

3 opinioni su “Programmazione delle connessioni nel vostro sistema radio pi-star

  1. credo che già abbia scritto le cose che mi occorrevano, anzi vorrei inviare di nuovo cordiali saluti a chi da una mano per i più sprovveduti e anziasnotti come me, ciao e grazie per la tua bravura ..

  2. grazie a te che hai dato la tua disponibilità messa al servizio di poco capaci come me, anche se sono un po avanti negli anni ho preso la patente nel 186. Il mio nom. era IK8MJQ purtroppo , andato in pensione mi hanno per forza dato il nuovo, tra cui non mi trovo.
    Scusami se l’ho fatta lunga mi son voluto dedicare alla rete digitale, ho comprato un portatile e un veicolare entrambi di marca retevis in più ho dovuto prendere per forza un hotspot in quanto i ponti da me mancano.
    Mi succede una cosa che non risolverebbe il problema anche se cambiassi testa e cioè il mio portatile per chi mi ascolta , mi sente una schifezza, invece io ascolto una magnificenza gli altri lo devo mettere per forza a 2 watt e va di poco meglio, poi sul pistar leggevo BER a 2.9 mentre so che per un buon funzionamento deve stare a meno di uno. questo è solo per il portatile, vorrei sapere se ci riesco cosa dovrei fare per meglio settare, non credo che sia colpa del hotspot , potrebbe anche essere diversamente, ti prego dammi un aiuto.
    mi chiamo Antonio De Rosa abito in costiera sorrentina prov. di Napoli il paese è Vico Equense.

    1. Ciao Antonio,
      da quanto mi scrivi credo che il tuo problema dipenda dalla corretta configurazione del yuo hotspot pistar, in quanto sembrerebbe che la parte radio del tuo hotspot non sia perfettamente allineata con la tua radio portatile.
      Per fare questo, è necessario effettuare una taratura degli Offset della scheda MMDVM, attraverso la procedura con l’applicazione MMDVMcal, contenuta all’interno del tuo hotspot pistar.
      La procedura di calibrazione è stata già descritta in alcuni articoli di questo mio sito, ma credo che sia necessario che tu possa trovare un Radioamatore un po’ esperto per poterla fare assieme ed eliminare l’errore di BER.
      Con la pistar si possono fare moltissime cose e nel tuo caso è necessario solo provvedere alla taratura degli Offset della scheda MMDVM interna.
      Un saluto, alle prossime e buon weekend.
      ’73 de Paolo IV3BVK

      Puoi contattarmi anche via email, all’indirizzo iv3bvk@gmail.com

Grazie per aver visitato il mio blog, lasciate un vostro commento a questo post...