Come già ben sappiamo, la revisione del Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze (PNRF) è stata approvata con decreto del Ministro firmato in data 31 agosto 2022 e pubblicata sul supplemento ordinario n.35 alla Gazzetta Ufficiale del 13 settembre 2022, n. 214 (errata corrige pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.236 dell’ 8 ottobre 2022); così come troviamo ben descritto nel sito del MIMIT, a questo link.

Il PNRF è il piano regolatore delle frequenze, risultato della pianificazione dello spettro radio a livello nazionale volta a massimizzare l’efficienza e garantire l’armonizzazione dell’uso della risorsa spettrale.

In questo articolo, desidero informarvi in anteprima sulle proposte e le novità destinate a noi Radioamatori italiani, proposte da ARI nazionale, che ho trovato descritte nell’articolo Radioamatori e PNRF: aggiornamento, presente nel loro sito.  All’interno troviamo questa utile infografica che raggruppa le informazioni e le novità.

Tutte le informazioni riguardanti questa sperimentazione, saranno rese disponibili sul sito associativo nazionale dell’ARI.

 

 

Sperimentazione in 70 Mhz.

Per effettuare questa sperimentazione, fate molta attenzione alle seguenti indicazioni.
Ferma restando la facoltà di revoca dell’autorizzazione in oggetto, su richiesta del Ministero della Difesa o per l’inosservanza di quanto disposto dal D.Lgs. 259/2003 e s.m.i., le sperimentazioni devono osservare i seguenti parametri e le seguenti condizioni tecnico operative:

  1. Periodo autorizzato: dal 6 agosto al 31 dicembre 2023;
  2. Località autorizzate: territorio nazionale, con esclusione delle zone vietate;
  3. Zone vietate: fascia larga 30 Km dai confini di Francia, Svizzera, Austria, Slovenia e Croazia;
  4. Frequenze autorizzate: 70.100 – 70.200 – 70.300 – 70.400 MHz.;
  5. Larghezza di banda autorizzata: 25 KHz.;
  6. Modalità autorizzate: tutte fino al massimo della larghezza di banda autorizzata;
  7. Apparati radio: fissi, mobili e portatili, auto costruiti e commerciali;
  8. Antenne autorizzate: omnidirezionali e direttive;
  9. Potenza massima ammessa 10 W.
  10. E’ fatto altresì obbligo di relazionare allo scrivente Ufficio che rilascia l’autorizzazione sull’inizio delle sperimentazioni in parola, sui parametri tecnico operativi ed i risultati conseguiti.

 

 

Bandplan ARI  per i 70 MHz.

Fonte: sito ARI nazionale

 

 

Infografica

 

Non mi resta che augurarvi una buona sperimentazione anche sui 70 MHz., sperando di incontrarvi tutti in radio, nelle varie emissioni e modi.

’73 de Paolo IV3BVK

 

 


Scopri di più da Il mondo di Paolettopn (IV3BVK - K1BVK)

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Grazie per aver visitato il mio blog, lasciate un vostro commento a questo post...