In questo articolo desidero spiegare come poter conoscere facilmente il numero esatto degli scatti effettuati dalla vostra fotocamera Canon.

In rete si possono trovare diversi software realizzati per Windows e Mac, mentre se ne trovano molto pochi che possano funzionare sulla piattaforma Linux.  Poco male, perché anche questa volta ho trovato un sistema open source e semplice per aggirare e risolvere il problema.

Chi sta leggendo questo articolo, già conoscerà l’esistenza di diversi software che vanno a interpretare i dati EXIF della fotografia, estraendo diversi dati, tra i quali quelli di scatto. Non sempre questo espediente funziona, per due diversi motivi:

  • il primo è che il contatore della fotocamera può aver già fatto più di “un giro del contatore degli scatti”, in quanto lo stesso segna al massimo 9.999 scatti. 
  • Il proprietario della fotocamera può aver desiderato azzerare il contatore visibile degli scatti, e quindi il conteggio delle fotografie ripartirà da 0001.

Quindi la lettura dei dati EXIF non è affidabile per conoscere il numero esatto degli scatti effettuati dalla fotocamera, se questa è stata resettata.

In rete si possono reperire due programmi semplici da utilizzare e da installare su Windows; sto parlando di 40DShutterCount & EOSInfo
Questi due programmi, una volta installati sul PC e connessi alla fotocamera attraverso un cavo USB, riescono a leggere il sistema operativo della fotocamera e fornirci i dati desiderati.  Ma per essere utilizzati con Linux, è necessario aver installato e configurato bene Wine, l’emulatore di Windows per Linux.

Purtroppo, può accadere che Wine non abbia le librerie DLL necessarie a riconoscere le connessioni USB di qualche nuovo device, obbligando l’utente a fare delle ricerche in rete per risolvere il problema.

Contateggio scatti della Canon 600D

Il sistema che ho adottato e ho ritenuto essere il migliore, semplice e efficace, è aver installato il software Magic Lantern sulla memoria SD della fotocamera, seguendo le informazioni che trovate sul loro sito.
Uso questo software open source sulla mia fotocamera Canon 600D sin dalle prime versioni realizzate per questo modello, e essendomi piaciuto sin da subito ho deciso di seguire la sua evoluzione.
Il software viene installato sulla memoria SD (NON nella memoria interna della fotocamera…) e va ad affiancarsi al software originale Canon, aggiungendo molte possibilità e menu personalizzati per gestire al meglio l’uso amatoriale e professionale della fotocamera.
Per ulteriori informazioni, dettagli e utilizzo, vi invito a visitare il loro sito.
ATTENZIONE: Se siete incuriositi, installate il software corretto per la vostra fotocamera, selezionandolo in base al modello ESATTO!!

Una volta installato il software per il vostro modello di fotocamera Canon (sì, per adesso è stato realizzato solo per il brand Canon…), attraverso il menu principale sarà possibile controllare tutte le possibili impostazioni della macchina fotografica; sarà possibile gestire i menu, la parte riguardante la registrazione video e audio (se il modello è predisposto), i menu del flash e TANTO altro ancora (timelapse, sensore di luminosità per lo scatto, ecc.).
Se desiderate leggere la guida d’uso del software, per conoscere meglio i vari menu e l’uso dei diversi comandi, visitate questa pagina.

Per ottenere le informazioni riguardanti gli scatti che andavamo cercando, accendiamo la fotocamera, visualizziamo il menu principale di Magic Lantern, spostiamoci nell’area Debug, e troveremo la voce (nel mio caso):

Shutter Count11K = 9743+1199

che sta ad indicare che la fotocamera ha effettuato 9.743 scatti fotografici e 1.199 azionamenti in LiveView

Conteggio scatti della Canon 7D

Avendo acquistato poco tempo fa anche questa fotocamera (febbraio 2018), ho desiderato conoscere il numero esatto degli scatti che aveva effettuato con il primo proprietario.
Purtroppo l’installazione di MagicLantern su questa fotocamera non è consigliato (il software ancora non è stato testato ufficialmente…) e quindi sono dovuto ricorrere ad un’altra soluzione.

Ho risolto con immediatezza, installando il programma gratuito FreeShutterCounter su un Mac e seguendo le informazioni presenti sul loro sito. Il risultato è veloce e semplice da ottenere.

Spero che quanto vi ho descritto possa esservi di aiuto e di spunto per i vostri prossimi scatti. 
Ed ora vi lascio con una breve video guida trovata in rete, sull’uso professionale di Magic Lantern, anche per la videoripresa professionale.

Buon divertimento e ‘buona luce’ a tutti.

 

 

Lasciate un vostro commento a questo post