In questo post vi spiegherò perché è necessario, se non obbligatorio, configurare una nuova password personalizzata per il vostro hotspot registrato su BrandMeister!

Che cos’è una password di hotspot?

Come probabilmente molti di voi già sanno, gli hotspot connessi ai server di BrandMeister utilizzano un protocollo autocostruito o quello della scheda MMDVM, che richiede una password di connessione al Master server. Attualmente molti di voi utilizzano la “master server password” ( passw0rd ) che tra l’altro è stata pubblicata anche nella pagina BrandMeister wiki corrispondente alla propria lingua. Anche alcuni pacchetti software includono queste password di default, evitando che gli utenti debbano cercarle in rete per poterle inserire correttamente.

Da diverso tempo è possibile, e da ora fortemente raccomandato ad ogni utilizzatore, inserire una nuova propria password personalizzata , creandola attraverso la pagina del BrandMeister Selfcare.

 

Che cosa accade se non lo faccio?

Se non provvedete ad aggiornare / cambiare la password di default utilizzata per la connessione del vostro hotspot, qualsiasi altro utente potrà configurare il proprio hotspot utilizzando il vostro DMR ID personale e connettersi la Master server con la password di default che troverà facilmente in rete o nella documentazione DMR, per poi utilizzare il suo hotspot CON IL VOSTRO NOMINATIVO!

Sfortunatamente per molti utenti, questo accade molto molto spesso; per questo motivo BrandMeister raccomanda a tutti gli utilizzatori di effettuare subito questo aggiornamento password,  impostando una propria password personalizzata. Creando una propria password, vi assicurerete di essere gli unici a poter gestire il proprio DMR ID per gestire uno o più hotspot / ripetitori.

Questa configurazione serve anche per bloccare la connessione del proprio hotspot, nel caso in cui la password utilizzata venga cambiata successivamente in modo non bi-univoco.

 

Come procedere?

Per effettuare quanto sopra descritto, procedere seguendole indicazioni presenti nell’articolo, che potete visitare cliccando sull’immagine seguente.

 

Grazie per aver visitato questo blog, lasciate un vostro commento a questo post...