Il sistema a Multiprotocollo digitale radioamatoriale in Toscana

Da circa un mese passo volentieri qualche ora, la sera, a dialogare volentieri di argomenti tecnici assieme agli OM toscani e dell’intera Italia, utilizzando sistema radio DMR sul reflector XLX039.
Per entrare nel multiprotocollo nazionale Toscana è necessario utilizzare i ponti ripetitori DMR connessi alle reti BrandMeister Italia e DMRPlus Italia, utilizzando il TG 2225 (SLOT 1).

Di seguito, vi elenco alcune informazioni trovate in rete dal un articolo di  Alex IZ0RIN.

Cos’è un Reflector?
Il Reflector è simile al Talkgroup tranne per il fatto che funziona esclusivamente sul server dove è stato creato, a meno che il gestore della rete non decida diversamente. Il Reflector, ha un suo ID che va programmato in rubrica come un contatto privato e va utilizzato, per convenzione, sul TG9, Slot2 del ponte. Per utilizzarlo, basta dare un colpo di portante e attendere il messaggio di avvenuta connessione, una volta connesso, si ritorna sul TG9 e si inizia la conversazione.

Cos’è il talkgroup (TG)?
A grandi linee, il Talkgroup, è una “stanza” tematica, dove parlano tutti coloro interessati all’argomento della stanza stessa. Ogni talkgroup ha un suo ID che ci servirà per programmare la radio in base alle nostre esigenze e va programmato in rubrica come un contatto di gruppo.
Si utilizza chiamandolo digitalmente e parlandoci con gli OM connessi al suo interno.

Cosa sono gli slot?
Nel sistema radio DMR, grazie allo standard TDMA (Time Division Multiple Access), la frequenza è divisa in due time slot da 30ms l’uno; trasmettendo su time slot con alternanza di banda, due qso, possono condividere lo stesso canale allo stesso tempo, senza interferire fra loro.
Per convenzione, nelle reti radioamatoriali, il time slot 1 è utilizzato per collegamenti nazionali o internazionali mentre il time slot 2 per collegamenti locali, regionali o di interconnessione verso altre reti (DSTAR, C4FM).

Cos’è il TG9?
Il TG9 é il talkgroup locale del ponte radio; parlando su di esso si rimane confinati sul ripetitore che si sta impegnando senza “uscire” sulla rete DMR di riferimento. Può essere usato sia sullo slot 1 che sullo slot 2 ma i due TG9 sullo stesso ripetitore rimarranno comunque distinti e separati.
Il TG9 ha priorità su tutti gli altri TG e li blocca per 2 minuti.

Per cercare di farvi capire l’impegno e che lavori e apparati ci sono per far funzionare molto bene un sistema simile, desidero condividere qui l’articolo originale dell’amico David IK5XMK, del Gruppo Radio Firenze (GRF).

Il Multiprotocollo digitale radioamatoriale in Toscana

25Gen/19

Utilizzare MD380tools su VM linux con VirtualBox

Da un pò di tempo, grazie al radioamatore Warren KD4Z è possibile aggiornare completamente i nostri apparati MD 380 e 390 (con e senza il GPS) attraverso il programma MD380tools, avviato all’interno di una VM per Virtualbox, realizzata con il S.O. linux Debian.

21Gen/19

Programmare la radio Wouxun UVD1P con linux e Wine

In questi giorni, dovendo monitorare in ricezione alcune frequenze radioamatoriali della mia Regione, ho avuto la necessità di riprogrammarne le memorie; così ho pensato a come programmarla utilizzando il suo software originale ma utilizzando linux anziché Windows.

15Gen/19

PEANUT utilizzare i sistemi D-STAR e DMR con lo smartphone

Per iniziare a ricevere e a trasmettere sulle reti D-STAR e DMR è necessario ESSERE RADIOAMATORI e seguire esattamente le informazioni presenti sul sito di David PA/LIM;  David ha creato una App per OS Android, capace di interfacciarsi con i vari server dei due sistemi.

16Apr/18

53^ Fiera del Radioamatore di Pordenone

La “Fiera del Radioamatore – Hi-Fi Car” questo mese compie 53 anni e dimostra ancora tantissima energia e desiderio di rinnovarsi continuamente.
Per conoscere tutte le nostre numerose attività presenti in fiera, trovate le informazioni sul sito dell’Associazione Radioamatori Italiani, Sezione di Pordenone “IV3TKS Francesco Bastianello” e nella pagina del sito dell’Ente fiera, dedicata a noi Radioamatori. Vi attendiamo numerosi al padiglione 5!

18Apr/16

Radio SDR e Open Source alla Fiera del Radioamatore 2016

Durante i due giorni dell’evento resterò a completa disposizione di tutti gli amici e dei Radioamatori che ci faranno visita e desidereranno avvicinarsi al Software Libero e al mondo delle radio SDR. Quest’anno ho approfittato dell’invito giuntomi da alcuni dei nostri Soci OM, anche per portare Linux Ubuntu e il FLOSS all’interno del mondo dei radioamatori, attraverso questa bellissima e importante fiera.